Game Experience
LIVE

Halo Serie TV, la rimozione del casco ha un significato ben preciso per Master Chief

343 Industries ci spiega i motivi di questo gesto da parte dello Spartan più amato al mondo.

Come certamente saprete già, in questi giorni la serie TV di Halo è finalmente approdata anche in Italia, permettendo ai fan dell’eroico ed iconico Master Chief di potersi gustare il primo episodio della trasposizione televisiva dell’opera targata Microsoft.

E prima di addentrarci nell’argomento principale su cui verte questo articolo, è bene avvisarvi che sono presenti dei piccoli spoiler legati alla serie TV di cui sopra. Fatta questa doverosa precisazione, in questa nuova opera prodotta da Microsoft e Paramount è possibile notare Master Chief togliere il suo classico ed iconico elmetto.

E questo è un elemento che non ha convinto del tutto una specifica fetta di fan della serie di sparattutto di proprietà del colosso di Redmond, questo perché nei vari capitoli di videogiochi di Halo, Master Chief non toglie quasi mai il suo casco (tranne rare eccezioni come il finale speciale di Halo 4, dov’è possibile vedere gli occhi dell’eroe).

Master Chief toglie il casco nella serie TV di Halo per trasmettere più “umanità”

E viste la tante critiche che sono state recapitate direttamente a 343 Industries, team di sviluppo degli ultimi capitoli della serie, questo ha deciso di rispondere in modo ufficiale a questa situazione, spiegando per quale motivo lo Spartan più famoso del mondo di spiegare i motivi di tale decisione:

“Per i fan del nostro universo espanso, che hanno letto The Fall of Reach e altri media incentrati su Master Chief, togliersi l’elmo è qualcosa a cui in realtà sono abbastanza abituati: i libri ed i vari fumetti hanno consentito quel tipo di scelta creativa.

La questione della rimozione del casco è stata un’interessante decisione creativa con cui cimentarsi per la serie televisiva di Halo, poiché guardiamo in modo serio all’eredità del franchise e cerchiamo di tenere conto della scena complessiva.

Ed in questo modo pensiamo se una cosa deve essere fatta oppure meno.

Un momento come questo non è un punto della trama o anche esplicitamente una ‘rivelazione’ buttata giù per caso, ma un mezzo per raccontare la sua storia.

Questo infatti deve essere un momento importante e significativo per l’intera storia del personaggio. E proprio per questo motivo avviene nel primo episodio: non è un colpo di scena, è una dichiarazione di intenti.

Grazie a quel gesto è possibile donare ai fan un momento emozionante, ponendo le basi per una nuova storia di Halo che sarà raccontata nei prossimi otto episodi e che si baserà sull’identità e sulla scoperta di sé.

Sui sistemi e la moralità, e a chi sei leale (che si tratti di te stesso, il tuo passato, i tuoi colleghi, le tue convinzioni); e su cosa significa veramente essere umani”

HALO SERIE TV
Fonte: Eurogamer.net

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi