Game Experience
LIVE

eFootball 2022 è un passo indietro rispetto a PES 2021 in questo video comparativo

Una vera e propria involuzione del titolo, nel passaggio al modello free-to-play

Non c’è niente da fare, il lancio di eFootball 2022 è un vero disastro, e cercare di difendere questo titolo, nato dalle ceneri dell’ottima serie Pro Evolution Soccer (PES), equivale a difendere una causa persa sotto ogni punto di vista. Il passaggio al modello free-to-play ha fatto male alla serie, e benché c’è chi difende l’indifendibile dicendo che essendo gratuito è naturale sia imperfetto, viene comunque da dire che un gioco non può risultare inferiore persino in confronto al titolo che lo ha preceduto.

Nel video soprastante l’inferiorità di eFootball 2022 nei confronti del suo stesso medesimo passato è chiara e lampante. Il confronto è impari e vede uscire vincitore, a mani basse, PES 2021, specie dal punto di vista puramente tecnico (ma a sentire le opinioni di chi ci ha giocato, pare uscire sconfitto anche da un confronto di gameplay, ndr).

Il video, della durata di dieci minuti, non si lascia mancare nulla, ed analizza fattori cruciali quali la risoluzione, superiore in PES 2021, i modelli, notevolmente peggiorati, gli NPC, che in eFootball 2022 sono un copia incolla gli uni degli altri e dotati di due animazioni in croce, al punto che quando si alzano lo fanno in molti e in sincrono. Anche le animazioni, le texture, l’illuminazione e la fisica sono messe sotto la lente d’ingrandimento, e il risultato è disastroso per il nuovo titolo free-to-play.

Efootball

Insomma, questo eFootball 2022 di Konami è riuscito in una difficile impresa: passare a un nuovo e portentoso motore grafico (Unreal Engine 5) e risultate per molti aspetti comunque più scadente di un gioco dotato di un engine più anziano e meno dotato. E voi, cosa ne pensate di questo nuovo titolo calcistico free-to-play? C’è qualcosa che vi sentite tanto di buon cuore da salvare, o è un no definitivo?

Fonte: Twitter

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi