PLAYSTATION

Days Gone: come ottenere il tema dinamico che celebra il secondo anniversario

Affrettatevi perché il codice scadrà tra poco ore.

Mentre in rete si continua a parlare ampiamente e a più riprese del report di Jason Schreier, articolo pubblicato su Bloomberg dove il noto giornalista ha rivelato la cancellazione dello sviluppo di Days Gone 2, in questo articolo non possiamo che segnalarvi una nuova iniziativa di Sony volta a celebrare il secondo anniversario del gioco con protagonista il carismatico Deacon Lee St. John.

Difatti il colosso giapponese ha dedico di pubblicare un tema dinamico speciale per PlayStation 4 dedicato all’ultima opera di SIE Bend Studio. Per ottenerlo non dovrete fare altro che riscattare il codice appartenente alla regione associata al vostro profilo del PlayStation Network attraverso il PlayStation Store.

Days Gone

Se volete ottenere questo tema dinamico gratuito vi invitiamo però a fare in fretta poiché tra qualche ora verrà già rimosso da Sony.
Eccovi tutti i codici rilasciati dal colosso giapponese:

  • Stati Uniti, Canada, America Latina: G98M-2AN3-L6L4
  • Europa: QG4H-NMNN-N7P2
  • Giappone: 3BLE-QEN4-2HDL
  • Corea del Sud: M57A-FNNQ-AH5F
  • Asia: E775-GENL-M6CQ

Nel tweet di Bend Studio qui sotto trovate anche un video che mostra in azione il nuovo tema dinamico gratuito per PlayStation 4.

Intanto se ve lo foste perso, nei giorni scorsi John Garvin, director di Days Gone, ha partecipato ad una nuova intervista con David Jaffe dove non le ha mandate a dire ad una fetta di pubblico affermando, sostanzialmente, come non si possa lamentare chi non ha acquistato il titolo al lancio, a prezzo pieno, e proprio per questo non è in diritto di lamentarsi circa la cancellazione di un sequel. Questo perché non ha supportato il progetto in questione, lasciandolo sostanzialmente morire.

A questo punto si è gettato nella mischia anche Mat Piscatella, celebre analista di NPD Group, rivelando di non concordare praticamente su nulla con John Garvin, dando il via ad una discussione che offre interessanti spunti di riflessione. Cliccate al seguente link per leggere il loro interessante scambio di battute.