PC

Cyberpunk 2077 torna popolare su PC Steam dopo le patch

Grazie al portale Steam Charts possiamo notare alcuni segnali di positività per quanto riguarda la popolarità del gioco!

Dopo le numerose patch pubblicate nel corso dei mesi da CD Projekt RED, Cyberpunk 2077 sta tornando a rivedere i giocatori popolare Night City, almeno sulle piattaforme PC come ci mostrano i grafici del portale Steam Charts.

Il videogioco del team polacco ha fatto decisamente rumore quando è stato lanciato in maniera sicuramente controversa sul mercato a dicembre 2020, vedendo i propri giocatori calare significativamente giorno dopo giorno.

Ora, dopo ben 7 mesi dall’uscita originale, la situazione sembra essere in cambiamento con un numero sempre maggiore di utenti che stanno tornando a giocare a Cyberpunk 2077 tramite le piattaforme PC Steam.

cyberpunk-2077
Da altchar.com

Come potete vedere dallo screenshot riportato esattamente qui sopra e catturato da Steam Charts, l’RPG con visuale in prima persona ha visto di recente un significativo aumento in media di giocatori connessi.

Negli ultimi 30 giorni, infatti, il titolo di CD Projekt RED ha visto una media di giocatori connessi di circa 9,163.6, con un picco di giocatori connessi contemporaneamente registrato a ben 11,175. Nel momento in cui scriviamo l’articolo, il numero di utenti connessi simultaneamente continua ad attestarsi intorno a quella cifra.

Possibile che patch dopo patch gli utenti abbiano deciso finalmente di dare un’ulteriore possibilità allo sparatutto RPG in prima persona? Voi cosa ne pensate di questa vicenda?

Cyberpunk-2077-Red-Wallpaper

Ricordiamo che Cyberpunk 2077 è disponibile all’acquisto per le piattaforme PC Microsoft Windows, PlayStation 4, Xbox One e Google Stadia. Il gioco è retrocompatibile per le nuove console PlayStation 5 e Xbox Series X|S, ma non è ancora uscita la tanto attesa patch di potenziamento next-gen.

Inoltre, vogliamo anche ricordare che il videogioco in versione digitale è tornato disponibile all’acquisto sul PlayStation Store, dopo ben sei mesi di assenza per motivi di qualità imposti da Sony Interactive Entertainment.

Tuttavia, quelli di Digital Foundry ci hanno mostrato a che prezzo CD Projekt è riuscita a portare le prestazioni console del gioco a livelli accettabili, ossia “svuotando” praticamente il mondo virtuale.