Game Experience
LIVE

Call of Duty: Vanguard, Esplode il Conflitto nelle foto di due reporter di guerra

Due reporter di guerra realizzano degli scatti d'autore all'interno del gioco!

Call of Duty: Vanguard è orai pronto ad approdare sul mercato di tutto il mondo, con Activision che ha deciso di fare le conse in grande per quanto riguardo il realismo all’interno di questo nuovo capitolo della serie che, lo ricordiamo, getterà anche questa volta le radici nella furente, sanguinosa e terrificante ambientazione della Seconda Guerra Mondiale.

Il publisher americano ha quindi deciso di invitare i celeberi fotoreporter di guerra reali, Alex Potter e Sebastiano Tomada Piccolomini, così da permettergli di scattare all’interno del motore di Vanguard alcune foto della Seconda Guerra Mondiale come se fossero davvero lì.

A sostegno di Call of Duty Endowment, Activision ha invitato i giornalisti di guerra Potter e Tomada Piccolomini, che hanno scattato foto direttamente sui terreni di battaglia in luoghi come il Medio Oriente, di poter realizzare delle vere e proprie opere d’arte all’interno di Call of Duty: Vanguard.

Vanguard fa uso infatti dello stesso motore grafico di COD: Modern Warfare (2019), che presta una forte attenzione al realismo. In un comunicato stampa inviato a Business Wire, il Chief Marketing Officer di Activision Blizzard, Fernando Machado, ha dichiarato:

“Abbiamo testato il realismo di Vanguard inviando Alex Potter e Sebastiano Tomada Piccolomini con speciali portali simili a telecamere nel motore di gioco stesso, che li ha riportati direttamente sul campo di battaglia, come se fossero un fotografo in quel periodo storico, mostrando cosa riuscirà ad offrire Vanguard e come potrà coinvolgere i giocatori di tutto il mondo.”

Nel trailer rilasciato per il servizio fotografico, possiamo vedere Alex Potter e Sebastiano Tomada Piccolomini muoversi nello studio di motion capture di Activision, scattando foto come se fossero nelle battaglie della Seconda Guerra Mondiale.

Nel cortometraggio, Alex Potter ha spiegato che “sembrava che fossero situazioni che normalmente avrei catturato” e Sebastian Tomada ha detto che “Sono rimasto impressionato da quanto fosse realistico il gioco perché tutto sta realmente accadendo e si muove intorno a te. Ecco come appare la guerra“.

Vi ricordiamo infine che Call of Duty: Vanguard verrà pubblicato su PC, PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X, Xbox Series S e Xbox One il 5 novembre 2021 in tutto il mondo. Infine cliccando al seguente link potete leggere tutte le nostre impressioni sulla beta del gioco che è stata organizzata da Activision ad inizio settembre.

Fonte: Charlieintel

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi