In occasione di un’intervista concessa ai ragazzi di Gamesindustry, il portavoce di Bethesda “Pete Hines” ha sottolineato come negli ultimi anni, il rapporto tra l’azienda Statunitense e il colosso della grande N si sia rafforzato ulteriormente dopo l’uscita di Nintendo Switch.

Di seguito, vi riportiamo alcune parole del vicepresidente della divisione marketing di Bethesda pronunciate nel corso dell’intervista:

“La nostra filosofia è sempre stata quella di portare i nostri progetti su cui stiamo lavorando su tutte le piattaforme in grado di farli girare secondo i criteri per cui sono stati immaginati. Il Nintendo Wii ad esempio, non avrebbe mai avuto il nostro pieno supporto come lo hanno avuto le altre console all’epoca perchè lo ritenevamo “meno performante delle concorrenti”.
Non avete torto quando dite che il supporto per Nintendo Switch appare nettamente superiore alla media Nintendo se confrontato agli ultimi due anni rispetto ai precedenti quindici. Credo sia dovuto in parte a ciò che questa console potrebbe dare rispetto a qualsiasi altra piattaforma Nintendo progettata fino ad ora.
E poi c’è una parte dell’utenza che si è avvicinata alla piattaforma grazie ad un nostro titolo. Nintendo può vedere qual è il primo gioco che le persone scelgono su di un nuovo account Switch, e spesso si tratta di un DOOM o di uno Skyrim. È interessante da constatare. Si adatta senz’altro ad un pubblico che Nintendo ha già da tempo, ma è chiaro che il nostro aiuto sta anche portando nuove persone su Nintendo Switch.

Proprio ieri ho incontrato un ragazzo che mi ha detto come i primi giochi che ha comprato per Nintendo Switch siano stati DOOM, Wolfenstein e Skyrim, perché erano proprio del genere di cose che lui voleva ed il fatto che fossero disponibili su Switch lo ha invogliato ad acquistarli”.

Continuate a seguirci per rimanere informati su tutte le notizie riguardanti le console e i vostri giochi preferiti, GameXperience.it è qui per voi!

Commenti