Game Experience
LIVE

Apple ferma le vendite dei suoi prodotti su territorio russo

La compagnia della mela morsicata si oppone alla guerra a modo suo

La guerra d’invasione avviata dalla Russia e dalla Bielorussia ai danni dell’Ucraina è una guerra che tocca tutti, nel mondo, poiché le possibili conseguenze sono le più disparate, e mai come oggi la minaccia del nucleare è stata forte fin dalle ultime battute della Guerra Fredda (e forse nemmeno allora il rischio era tanto alto). A questa guerra stanno reagendo tutti: governi, industria, civili. E mentre la Russia ha dalla sua il supporto della Nord Corea e il titubante appoggio della Cina, il resto del mondo è grandemente schierato contro Putin.

Anche il mondo tecnologico ha reagito, e ora anche Apple ha deciso di dire la sua, arrivando a sanzionare a modo suo la nazione russa.

La compagnia della mela morsicata ha infatti fermato la vendita di tutti i suoi prodotti su suolo russo, ed è solo l’ennesima azienda a farlo, e probabilmente non sarà la sola. Moltissime compagnie, come Apple, hanno reagito spontaneamente, altre, invece, si sono adeguate soltanto al pacchetto di sanzioni deciso dagli USA e dall’Unione Europea.

Il primo servizio della compagnia interrotto, già alcuni giorni fa, fu Apple Pay, la sua applicazione per i pagamenti. Google ha compiuto la medesima mossa. Il CdA della compagnia ha dichiarato, in un comunicato stampa, di essere “estremamente preoccupato” per l’aggressione in corso a opera della Russia e ai danni dell’Ucraina. “In risposta all’attacco, abbiamo deciso di mettere in pausa le vendite di tutti i nostri prodotti”. Bloccate anche tutte le applicazioni legate ai media affiliati al governo di Putin, come RT.com e Sputnik, ora non più disponibili al di fuori della Russia.

Apple

A quanto pare l’importazione dei prodotti Apple in Russia si è già fermata la settimana scorsa. Questa mossa ovviamente riguarda solamente i canali diretti di vendita ufficiali della compagnia, come gli Apple Store, ma ovviamente i retailer indipendenti potrebbero decidere di continuare a vendere i loro prodotti.

Fonte: CNN

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi