Uno dei giochi più chiaccherati in questo ultimo periodo è senza ombra di dubbio Anthem, l’ultima fatica di BioWare che ha incontrato non poche difficoltà nel periodo post lancio.

Il gioco infati è stato caratterizzato da una interminabile serie di problemi tecnici, causati con molta probabilità da un codice di gioco ancora acerbo e non completamente pronto al rilascio globale. Tuttavia BioWare si è subito messa al lavoro e grazie all’update 1.0.3 le cose sono decisamente migliorate. In attesa comunque di vedere i primi contenuti aggiuntivo del gioco, in queste ore sono emersi alcune retroscena legati al titolo.

In risposta a coloro che avevano ipotizzato che l‘IP di Anthem fosse un’idea di Electronic Arts, il solito ben informato Jason Schreier di Kotaku ha in realtà dichiarato che il progetto è stato completamente ideato da BioWare.

Chiaramente Electronic Arts ha avuto un ruolo importante nella produzione di Anthem ma Schreier ha ribadito che EA indubbiamente possa aver esercitato una pressione indiretta, ma che non abbia messo bocca nel progetto, se non chiaramente in termini generali.

Queste speculazioni sembrano scaturire spesso dalla facilità di accusare i publisher quando si è di fronte a certe scelte o decisioni ed il motivo è semplice. Molte persone non hanno la minina idea di come funziona questo settore ha ribadito Schreier. In realtà pare che Electronic Arts spesso quando si trova di fronte a richieste come quella illustrata sopra, lasci grande libertà ai suoi team di sviluppo, pur ovviamente mantenendo un’occhio sui possibili profitti.

Vi ricordiamo che Anthem è disponibile per Xbox One, PC e PlayStation 4. Al seguente link potete trovare la nostra recensione.

Acquista su Amazon.it

Commenti