NOTIZIE

Ubisoft non ha ancora preso una decisione sull’aumento di prezzo dei giochi

Dopo Electronic Arts, anche Ubisoft dichiara la propria indecisione su questo aumento di prezzo, che potrebbe non essere ben visto da parte dei giocatori.

Nel corso del recente incontro con gli azionisti e investitori, Ubisoft ha dichiarato di aver registrato ottime vendite di videogiochi sulle console next gen PlayStation 5 e Xbox Series X|S, svelando anche qualche dettaglio su quali potrebbero essere i metodi futuri per massimizzare queste entrate economiche.

La compagnia francese ha infatti spiegato di non avere ancora deciso se aumentare il prezzo dei giochi oppure no.

Ricordiamo infatti che con l’arrivo delle console di nuova generazione alcuni sviluppatori hanno deciso di aumentare il prezzo dei titoli a 70 dollari, cioè 80 euro in Italia (10 euro in più rispetto a prima). Tra questi figurano Sony per i giochi sviluppatori internamente ai PlayStation Studios e per le esclusive temporali, come anche Take-Two per quanto riguarda NBA 2K21 e Activision per Call of Duty Black Ops: Cold War in versione PS5 e Series X|S.

Il CFO di Ubisoft Frédérick Duguet ha così affermato di aver analizzato approfonditamente insieme all’azienda tutti gli elementi dell’ultimo quarto fiscale in termini di vendite, sondando nuove opportunità di ricavo, ma senza aver ancora preso una decisione sull’aumento di prezzo.

Insieme a Ubisoft, anche Electronic Arts si trova attualmente indecisa su questo nuovo aumento di prezzo, che come potete ben immaginare potrebbe avere ripercussioni anche inaspettate non solo nelle vendite, ma anche nella reputazione delle aziende.

Segnaliamo invece che Microsoft ha già dichiarato da mesi di non essere interessata ad aumentare i prezzi dei propri titoli sviluppati internamente (almeno per il breve periodo), in quanto secondo le parole di Phil Spencer l’hobby del videogioco per il consumatore sarebbe già abbastanza costoso così com’è adesso.

È praticamente da un decennio che alcuni sviluppatori sognano di poter aumentare il prezzo dei propri videogiochi, dato i costi di sviluppo continuano a salire anno dopo anno. Possiamo immaginare che dopo qualche primo coraggioso a effettuare questa scelta, più o meno tutta l’industria dopo qualche tempo andrà adattandosi al nuovo prezzo standard dei 70 dollari/80 euro.

Voi cosa ne pensate?

ubisoft