Game Experience
LIVE

The Last of Us Parte I, Digital Foundry ha analizzato il Remake

Il team di esperti ha analizzato il remake

Dalla sua uscita iniziale nel 2013, The Last of Us di Naughty Dog ha raccolto un enorme seguito su PlayStation che è cresciuto grazie a una remastered per PS4 e un popolare sequel. Il co-presidente di Naughty Dog Neil Druckmann si è unito al Summer Game Fest di quest’anno per rivelare The Last of Us Parte 1, un remake del primo gioco per PS5, e i fan di The Last of Us stanno già analizzando il video mostrato durante l’evento.

Il Summer Game Fest è stato ricco di annunci da parte di grandi aziende del settore videoludico come Capcom, Devolver Digital, Xbox e PlayStation si è preparata con le notizie sul remake di The Last of Us per PS5 e con un vero e proprio trailer d’annuncio per l’annunciato progetto.

Oltre all’imminente remake, è in lavorazione anche la serie HBO di TloU che adatterà il primo titolo e offrirà ai fan un modo per impersonare e osservare gli eroi che sopravvivono nel mondo post-apocalittico. Il canale YouTube Digital Foundry ha recentemente realizzato un video che mette in evidenza le differenze tra i mondi di TloU Parte 1 e la remastered per PS4, e mostra come il nuovo titolo potrebbe assomigliare molto a TloU Parte 2.

Il video di Digital Foundry si concentra su screenshot di alta qualità e su spezzoni di trailer tratti dal video di 90 secondi rivelato da Naughty Dog durante il Summer Game Fest. Dal primo confronto, The Last of Us Parte 1 presenta una grafica notevolmente migliorata che va oltre l’upscaling, con ambienti che offrono modifiche ai punti di riferimento esistenti e un fitto fogliame per riflettere il mondo post-apocalittico di TloU in modo più efficace rispetto alla remastered per PS4. I fan possono anche notare un miglioramento dei riflessi, dei dettagli e del disordine ambientale, una migliore illuminazione e piccole modifiche al posizionamento di alcuni oggetti.

Il Remake di The Last of Us

Secondo Digital Foundry, il remake utilizza una tecnologia simile a quella di The Last of Us Parte 2 in base ai filmati del trailer rispetto alle scene del gioco. L’analisi video sottolinea questo aspetto con filmati affiancati di scene di The Last of Us Parte 1 e Parte 2 che sembrano avere entrambi una risoluzione di 1440p a 60FPS. L’analisi del remake per PS5 evidenzia anche le somiglianze tra i modelli dei personaggi di The Last of Us Parte 2 e la rimasterizzazione del primo gioco, mentre le cinematiche e le aree giocabili appaiono molto migliori nonostante seguano lo stesso level design e lo stesso lavoro di camera di The Last of Us.

Il filmato di The Last of Us evidenziato da Digital Foundry mostra un gioco quasi identico alla versione originale del 2013 con una grafica fondamentalmente migliorata, che potrebbe attirare alcuni fan dell’originale che hanno saltato la remastered o il sequel per PS4. Molti fan non hanno notato immediatamente i miglioramenti grafici durante il debutto del trailer del remake al Summer Game Fest, ma il video di confronto di Digital Foundry ha aperto gli occhi sui cambiamenti. The Last of Us Parte 1 promette anche miglioramenti del gameplay per accompagnare l’aggiornamento estetico, ma al momento non è chiaro se sarà più simile a The Last of Us Parte 2 o al titolo originale.

The Last of Us Parte 1 uscirà per PC e PS5 il 2 settembre.

The last of us
Fonte: YouTube

Articoli correlati

Oskar Heise

Oskar Heise

Amante di esperienze Singleplayer, indipendentemente dal genere di appartenenza. Quando sono stanco, faccio riposare l'anima sedendomi affianco a falò provenienti dal Giappone o cerco di non classificarmi ultimo in una partita online. Allergico a qualsiasi forma di console war.

Condividi