Game Experience
LIVE

Starfield, Bethesda ha utilizzato il procedurale per la realizzazione dei 1000 Pianeti

Ma nonostante questo il gioco potrà contare sul maggior numero di contenuti "creati a mano" da Bethesda.

Nel corso dell’Xbox + Bethesda Showcase 2022 Microsoft e Bethesda hanno permesso ai fan di gustarsi finalmente il primo video gameplay di Starfield, mostrando alcune spettacolari sequenze di giocato tratte direttamente dal nuovo GDR sci-fi, che sarà disponibile nel corso della prima metà del 2023 in esclusiva su console Xbox Series X e Series S, oltre che su PC.

E proprio nel corso di questa presentazione, Todd Howard ha affermato che il gioco includerà nientemeno che 1000 pianeti esplorabili liberamente dai fan, ponendosi di conseguenza come il titolo targato Bethesda dalla presenza di maggior contenuti di sempre.

Starfield potrà contare sul maggior numero di contenuti “creati a mano” da Bethesda

Ed ovviamente sì, una mole così imponente di contenuti ha costretto il publisher americano a fare uso di alcuni tool di sviluppo procedurali, volti a rendere fattibile lo sviluppo di un tale quantitativo di Pianeti presenti in Starfield.
Qui di seguito potete leggere un estratto delle dichiarazioni del buon Howard:

“Quello che posso dire è anche abbiamo utilizzato molto la generazione procedurale in Starfield, ma è importante tenere a mente che è una cosa che abbiamo sempre fatto. Proprio in tal senso infatti l’abbiamo già fatto con una grande parte delle quest di Skyrim. Generiamo anche i paesaggi usando il procedurale, quindi ci abbiamo sempre lavorato sopra.

Abbiamo sviluppato alcune tecnologie procedurali e realizzato prototipi, iniziando a raggiungere l’apice in Starfield.

Se osservate lo spazio, a volte troverete delle sfere di ghiaccio, e questo è stato uno degli aspetti che abbiamo preso in considerazione per il game design: “Cosa c’è di divertente in una sfera di ghiaccio?

Per questo motivo stiamo molto attenti prima di dire ai giocatori “È qui che trovate il divertimento, è qui che trovate i contenuti”, ma invece vogliamo dire agli utenti: “Volete atterrare su quello strano pianeta, dargli un’occhiata, costruire un avamposto, vivere lì la vostra vita e guardare il tramonto perché vi piace la vista delle lune? Fatelo”. Amiamo quella roba.

Giunti alla fine di questo articolo è bene però ricordare come nonostante l’utilizzo di sistemi di sviluppo volti a creare dei contenuti in modo procedurale, Bethesda ci ha tenuto comunque a precisare come nonostante questo Starfield sarà il loro gioco con la più alta presenza di contenuti creati a mano direttamente dal team di sviluppo.

Starfield
Fonte: Spaziogames

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi