Game Experience
LIVE

SEGA: niente esclusive, la partnership con Microsoft riguarda solo il cloud

Niente giochi in esclusiva, precisa il publisher giapponese.

Nei giorni scorsi vi abbiamo prontamente riportato dell’annuncio della nuova partnership tra Microsoft e SEGA, nuovo accordo che stando a quanto dichiarato dalle due compagnie andrà a permettere la realizzazione di “Super Giochi” basati sulla tecnologia cloud, impegnandosi a spendere fino ad 880 milioni di dollari per la corretta realizzazione di questo suo business.

Difatti il publisher giapponese ha intenzione di utilizzare i server Azure di Microsoft per rendere concreta e reale la sua nuova iniziativa Games-as-a-Service. E questo accordo ha ovviamente portato in molti a pensare ad una sorta di scambio di favore tra le due azione, con SEGA che a quel punto si sarebbe impegnata a realizzare dei giochi esclusivi per l’ecosistema Xbox.

Ma proprio in queste ore il publisher giapponese a cui dobbiamo tra gli altri Sonic ha confermato ufficialmente che la partnership, di cui vi abbiamo parlato poco sopra in questo articolo, riguarda esclusivamente l’infrastruttura dei server, tralasciando quindi totalmente la chiacchierata realizzazione di titoli esclusivi per la divisione gaming di Microsoft.

Prima di lasciarvi al comunicato ufficiale condiviso da SEGA stessa, desideriamo segnalarvi come il publisher giapponese stia utilizzando i server Azure di Microsoft già da tempo, con Phantasy Star Online 2 che utilizza sin dal giorno di lancio la potente rete cloud messa in piedi dall’azienda di Redmond.

Eccovi qui di seguito quanto dichiarato dal publisher giapponese:

Abbiamo anche annunciato l’inizio di un’alleanza strategica con Microsoft per creare Super Games, così da dare vita ai nostri “Super Game” che avranno un ruolo di primaria importanza nella nostra strategia a lungo termine.

Abbiamo già un rapporto commerciale molto stretto con Microsoft. Abbiamo esternalizzato lo sviluppo dei loro titoli su larga scala e, in qualità di terzi, stiamo fornendo una gran varietà di titoli. Quando abbiamo annunciato il concetto di Super Game, Microsoft si è mostrata subito molto coinvolta e convinta dalla nostra visione, cosa questa che ha contribuito alla buona riuscita della partnership.

A questo proposito, non stiamo parlando di rilasciare giochi esclusivamente su piattaforme Microsoft, ma piuttosto di sviluppare Super Game che verranno consegnati al mondo intero, proprio grazie al loro supporto tecnico.

Fonte: Tweaktown

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi