Game Experience
LIVE

SEGA: In arrivo una nuova console rivoluzionaria?

Zenji Nishikawa, giornalista giapponese alle dipendenze di Weekly Famitsu, dichiara di essere prossimo alla stesura di un enorme scoop con protagonista SEGA.

Andiamo per gradi. Il giornalista, che da tempo pubblica la colonna “Complicated Conversation About Games” sulla celebre testata nipponica, ha dichiarato, durante una diretta YouTube e senza fare nomi o fornire dettagli, di avere per le mani un scoop enorme, che sarà pubblicato proprio nella sua colonna del prossimo numero, atteso per il 4 giugno.

Ha parlato di una notizia completamente rivoluzionaria, che dichiara capace di mandare in fibrillazione l’intera industria videoludica: “La mia colonna nel prossimo numero di Famitsu sarà folle. Ho per le mani un grosso scoop… un articolo in anteprima mondiale. E un’esclusiva. Non sarà il Nikkei o il Weekly Bunshun, ma se desiderate sapere se lo scoop è cosi grande… lo è!”

“Proviene da una compagnia di videogiochi che tutti conoscono e amano. Uno scoop folle. L’anno scorso Wired parlò di PlayStation 5 in esclusiva? Questo scoop è del medesimo livello. Ho intervistato lo staff e i dirigenti di una certa compagnia, è davvero roba rivoluzionaria… davvero, una rivoluzione”.

Il nome SEGA gli è scappato solo in seguito, quando è stato interrogato a riguardo di questo “scoop rivoluzionario”.

Allo spuntare del nome il pubblico ha subito volato con la fantasia a una ipotetica nuova console, un ritorno ai vecchi fasti della compagnia.

Accortosi dell’errore ha subito tenuto a precisare che non si parla di SEGA Dreamcast 2, ma rimane forte la convinzione di molti che possa trattarsi comunque d’un ritorno alla produzione hardware.

Qualunque cosa sia, ne sapremo di più il prossimo 4 giugno, quando la colonna sarà divulgata al pubblico, e noi non tarderemo a riportare questo scoop per poterne discutere con voi, sempre qui, sulle pagine di Game-Experience!

Articoli correlati

Alberto Destro

Alberto Destro

Quando il Signore regalava agli uomini l'arte della scrittura, probabilmente ero al bagno.

Condividi