Game Experience
LIVE

Scalebound potrebbe tornare, stando a nuovi indizi forniti da Phil Spencer e PlatinumGames

Continuano le voci riguardanti il ritorno di Scalebound.

Ormai da un po’ di tempo a questa parte si susseguono in rete tutta una serie di voci riguardanti un ipotetico e desiderato ritorno di Scalebound, sfortunato titolo di PlatinumGames che sarebbe dovuto approdare in origine in esclusiva su Xbox One, per poi essere tristemente cancellato a causa di alcuni problemi di natura tecnica.

In seguito a questo fatto, i fan hanno iniziato a chiedere a più riprese un ritorno del gioco, con il director Hideki Kamiya e persino Phil Spencer, CEO di Microsoft Gaming, che in svariate occasioni hanno aperto le porte ad una probabile ripresa dello sviluppo del titolo.

PlatinumGames e Phil Spencer non escludono un ritorno di Scalebound

Difatti nei mesi scorsi Kamiya è stato decisamente insistente, prima scusandosi con Microsoft per i problemi che hanno portato alla cancellazione di Scalebound e poi affermando che in caso di risposta positiva da parte di Spencer sarebbe tornato volentieri a far rivivere il gioco, ovviamente grazie al supporto del colosso di Redmond.

Inoltre qualche mese fa, Atsushi Inaba di PlatinumGames ha parlato della possibilità che il gioco possa tornare, indicando direttamente Microsoft come l’unico responsabile del suo ritorno, lasciando intendere come in quel del colosso di Redmond non avessero chiuse del tutto le porte ad un ritorno del gioco.

E dopo tutto queste informazioni, segnaliamo come i colleghi di VGC nelle scorse settimane abbiano intervistato proprio alcuni dirigenti del team di sviluppo giapponese, scoprendo come Phil Spencer avesse preso parte ad una telefonata con la dirigenza dell’azienda nipponica per capire le possibilità di far rivivere Scalebound su Xbox.

Quindi in una recente intervista con VGC, in cui erano presenti Atsushi Inaba, Hideki Kamiya e Takao Yamane di PlatinumGames, gli è stato chiesto proprio del ritorno del gioco e del chiacchierato “non rifiuto” di Phil Spencer, a cui Yamane ha deciso di non rispondere rapidamente per evitare che Kamiya potesse fornire maggiori informazioni, più del necessario. E questa è una frase che è stata vista da molti come una sorta di conferma che qualcosa si stia effettivamente muovendo dietro le quinte.

Takao Yamane ha infatti affermato quanto segue:

“Rispondo immediatamente, perché se lasciamo che Kamiya-san risponda a questa domanda penso che forse possa dare troppe informazioni inutili! Tutto quello che posso dire in questo momento è che in qualità di Platinum Games non possiamo commentare o dire nulla al riguardo.”

Nonostante queste dichiarazioni di Yamane, Kamiya è comunque intervenuto nella discussione, affermando:

(Se Phil Spencer) ha cambiato idea in modo positivo per noi, ne sarei molto felice. Phil Spencer, facciamolo di nuovo insieme!

Scalebound wall
Fonte: SomosXbox

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi