Game Experience
LIVE

Samsung presenta un nuovo SSD NVMe PCIe 5.0 veloce il doppio rispetto a quello di PS5

Samsung ed Intel hanno presentato un nuovo SSD dalla velocità incredibile!

Samsung ed Adata hanno deciso di cogliere la preziosa occasiona rappresentata dal CES 2022 annunciando un nuovo SSD PCIe 5.0, ovviamente caratterizzato da una grandissima velocità di scrittura. Questo nuovo SSDP M1743 presenta infatti un’interfaccia PCI Express 5.0, capace di offrire agli utenti nientemeno che una velocità di 13,7 GB/s, velocità doppia rispetto all’SSD presente all’interno di PS5.

Ma questi dati impressionanti non sono semplicemente teorici in quanto Intel ha rilasciato un nuovo video dimostrativo che mostra il nuovo SSD PM1743 PCIe NVMe di Samsung in azione (insieme alla CPU Intel Core i9-12900K, ovviamente), per raggiungere velocità di dati superiori a 13 GB/s in ambienti di utilizzi reali e non puramente teorici.

Tanto per fare un semplice confronto, il marketing di Sony Interactive Entertainment per PlayStation 5 ha messo in primo piano l’SSD PCIe Gen 4, capace di arrivare ad una velocità di circa 5,5 GB/s, più della metà delle velocità che può gestire il sistema di Intel e Samsung appena presentato e del quale vi abbiamo ampiamente parlato in questo articolo.

Ovviamente però è bene far notare come questo tipo di velocità di trasferimento dati non sia esattamente la configurazione più fattibile in questo momento, dato che richiede un rig con l’ultimo e più potente processore Intel oltre ad un SSD di livello aziendale che non è ancora uscito e che presumibilmente approderà sul mercato con un prezzo piuttosto alto.

Tuttavia fatte queste doverose precisazioni la demo è impressionante, e mostra il potenziale di ciò che le configurazioni di archiviazione di prossima generazione potranno offrire una volta che le unità PCIe 5.0 diventeranno la norma.

Fonte: The Verge

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi