Game Experience
LIVE

Sam Lake ci parla di Alan Wake 2

Tra gameplay e dettagli tecnici riguardo il prossimo atteso titolo Remedy

Nel corso dei recenti The Game Awards 2021 abbiamo potuto gettare un primo sguardo, sebbene cinematico e non di gameplay, ad Alan Wake 2, attesissimo secondo capitolo della serie targata Remedy. In seguito sul gioco si è espresso anche Sam Lake, carismatico capo proprio di Remedy, che ha dichiarato come il gioco miri a essere il migliore da loro prodotto, che mira a offrire un’esperienza priva di compromessi con un elevata qualità, sia in termini di gameplay quanto soprattutto di grafica.

alan wake 2 remedy promette grafica precedenti horror privo censure v3 557935 1280x720 1

A muovere Alan Wake 2 sarà il motore grafico Northlite, con cui gli sviluppatori hanno già una grande affinità. Il target è “concentrarsi su alcune cose e spingere avanti altre cose”, poiché “l’atmosfera e la stilizzazione sono più importanti che mai”. Il gioco è classificato con un rating M, che corrisponde a un pubblico adulto, dunque relativo a un PEGI 18+.

Un dettaglio, questo del PEGI 18+, dovuto proprio al desiderio di non scendere a compromessi già citato prima. Il gioco non vuole compromessi nemmeno per quanto riguarda gli elementi horror, ed ecco spiegato il rating tanto elevato. Una scelta che Sam Lake ha definito “liberatoria”.

“La storia è molto centrale in qualsiasi cosa riguardi Alan Wake. Portiamo lo stile di Remedy su un survival horror e concentriamoci sulla storia… che è un profondo mistero, psicologico, stratificato in cui immergersi. E si, fa paura, ma funzionerà molto molto bene con il gameplay”.

alan wake 2 1

Insomma, Sam Lake non vola certo basso nel fomentare le aspettative già elevate che devono circondare un titolo tanto atteso come Alan Wake 2, dunque non si può che sperare la sua fiducia sia ben riposta e il gioco riesca a soddisfare ogni fan una volta uscito. Per ora di elementi per giudicarlo se ne hanno decisamente pochi, ma sicuramente nel prossimo futuro questa carenza verrà meno.

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi