Ieri notte Sony Interactive Entertainment ha annunciato che non parteciperà all’E3 2020, manifestazione in programma in quel di Los Angeles a Giugno.

A questo punto il celebre giornalista Jason Schreier ha affermato che, secondo quanto saputo da alcune fonti, il colosso giapponese avrebbe preso questa decisione a causa di alcuni problemi con l’ESA, ente che organizza la celebre manifestazione di videogiochi.

L’uomo continua affermando che Sony vorrebbe una manifestazione più aperta e più concentrata verso il pubblico, mentre l’E3 continua ad essere una manifestazione rivolta principalmente alla stampa e all’industria in generale.

Proprio in tal senso infatti tanto per citare alcuni dati l’E3 2019 ha visto circa 66.000 visitatori, mentre la Gamescom circa 373.000 e il Tokyo Game Show 262.000 visitatori.

Commenti