Game Experience
LIVE

Recensione | Senran Kagura 2: Deep Crimson

Nonostante qui da noi molti pensino che la saga delle ragazze di Senran Kagura sia iniziata nel 2012 con Burst, in realtà la serie ha avuto inizio un anno prima con la pubblicazione di Senran Kagura: Shojo-tachi no Shin’ei (閃乱カグラ -少女達の真影 letteralmente “il ritratto delle ragazze”) solamente in Giappone. Ovviamente un gioco con un così ricco sfondo ecchi e fan service non poteva restare a lungo lontano dalle coste americane ed europee, ed infatti l’anno successivo arrivò sui nostri scaffali Senran Kagura Burst, prodotto destinato a diventare una piacevole “eccezione” nella tipica line-up per Nintendo 3DS, caratterizzata in gran parte da giochi assai meno “maturi” come contenuti. Ora, a quasi 3 anni di distanza, ci accingiamo ad affilare nuovamente le spade, preparare gli shuriken ed allacciare i costumi da bagno per un’altra battaglia combattuta tra combo impossibili, storie di ninja e seni prosperosi con Senran Kagura 2: Deep Crimson in arrivo sulle nostre console portatili anche in una succulenta limited edition piena di interessanti gadget.

LA VIA DEL NINJA IN BIKINI

Come di consueto il gioco ci catapulta in un mondo popolato di ragazze ninja alle prese con una guerra tra fazioni: le affiliate alla Hanzo National Academy sono infatti chiamate a scongiurare la minaccia che il malvagio Dougen rappresenta da quando ha iniziato ad utilizzare il potere di Youma per sottomettere tutto il Giappone. Nonostante le differenze di vedute tra le ragazze di Hanzo le rivali del clan Homura, tutte le combattenti saranno chiamate ad appianare le loro divergenze per affrontare la minaccia incombente, impossibile da scongiurare senza unire le forze. La trama non è fmn9iMAIH06KFi3ffJaCuzLjiiiAqlw4WKX2wxxS9LQnulla di particolarmente nuovo o esaltante, e nonostante sia arricchita a dovere dalle molte sezioni di dialogo in puro stile visual novel il tutto appare chiaramente come un contorno al “piatto forte” del gioco, che è ovviamente la predominante presenza di materiale ecchi e fan service dedicato alle provocanti protagoniste delle vicende: come sempre ce n’è per tutti i gusti passando dalla classica ragazza tsundere fissata con l’onore ed il dovere per arrivare alla ragazzina dolce ed imbarazzata, senza scordare quella con tendenze chiaramente lesbo e quella che trova eccitante il dolore e la lotta. Essendo un prodotto giapponese è comunque presente un ampio contorno che delinea un complesso carattere per ciascuna ragazza presente, evitando quindi di propinarci semplici “bambole da osservare” e consegnandoci invece dei personaggi sia piacevoli da vedere che interessanti da scoprire: la sala principale del dojo servirà sia come hub dal quale selezionare le missioni o la modalità online, sia come zona predisposta a visionare i molteplici contenuti extra messi a nostra disposizione, previo completamento di missioni o sfide specifiche; com’è prevedibile sarà possibile cambiare abiti, pettinature e dettagli alle ragazze, ascoltare parti della bellissima colonna sonora, rivedere cutscenes e quant’altro.

Le ragazze a nostra disposizione (è proprio il caso di dirlo) sono diverse tra loro come stile di combattimento, mosse e combo: la cosa ovviamente si traduce in un gameplay molto vario e piacevole da scoprire soprattutto per gli appassionati di action games che troveranno pane per i loro denti con Senran Kagura 2: Deep Crimson. Non lasciatevi ingannare dalle tonnellate di colori, fan service ed amenità inserite per la gola dei giocatori più otaku: il gioco è difficile, impegnativo e richiederà una buona dose di prontezza per essere portato a termine, soprattutto se si vuole puntare a punteggi di rank perfetti per sbloccare i contenuti aggiuntivi più ardui.

Ogni personaggio dispone di combo personali, attacchi sia deboli che forti da usare nel momento opportuno e mosse speciali di grande impatto visivo, utili soprattutto nelle difficili boss fight: è molto facile perdere contro i boss di ogni livello ed i giocatori meno abituati a questo stile morderanno parecchia polvere prima di superare la sfida; va detto che Senran Kagura 2: Deep Crimson ha una curva di apprendimento abbastanza buona, che permette ad un giocatore di apprendere dai propri errori e migliorare costantemente il proprio stile di combattimento.

RAGAZZE IN AZIONE

Lo stile di gioco tipico della serie si ritrova quindi in Senran Kagura 2: Deep Crimson ma, oltre alle missioni single player, avremo la possibilità di competere con altri giocatori in lotte furiose multiplayer benchè risultino purtroppo un pò caotiche per via della grande velocità di movimento e dei molti effetti speciali che contraddistinguono anche le mosse normali. Questo episodio della serie è anche contraddistinto da uno scorrimento dei livelli molto meno “lineare” rispetto ai capitoli precedenti, con livelli decisamente più ampi e variegati nonostante alla fine si rivelino anche moltosenran-kagura-2-deep-crimson-screenshot-bundle brevi, degli incipit per introdurre il giocatore alla vera sfida rappresentata dalla boss fight.

Tecnicamente Senran Kagura 2: Deep Crimson rappresenta un deciso miglioramento rispetto al diretto predecessore, con una resa grafica molto migliorata che rende giustizia ai modelli poligonali delle varie ragazze, arricchite da effetti cel shading molto piacevoli: lo stile colorato e decisamente anime-style della produzione è caratteristico della serie e lo ritroviamo in questo episodio più in forma che mai, migliorabile anche utilizzando l’effetto 3D della console. A livello sonoro si raggiungono punte di eccellenza a partire dalla splendida opening (tra le migliori presentate finora) e proseguendo per le bellissime sonorità rockeggianti mescolate ad alcuni strumenti tradizionali giapponesi che contraddistinguono i vari livelli: il gioco è ulteriormente impreziosito da un doppiaggio giapponese ben realizzato, che corona perfettamente la caratterizzazione dei vari personaggi, ricadendo ovviamente (ed in modo comunque piacevole) in classici “stereotipi vocali” tipicamente nipponici.

Come ultima informazione, è da segnalare la possibilità di giocare anche nei panni di Murasume, ma per sbloccarla è necessario avere un file di salvataggio di Senran Kagura Burst sulla propria console: una bella aggiunta che mostra molta cura da parte degli sviluppatori nel promuovere il proseguimento di questa interessante serie.

PRO

  • Tecnicamente superiore ai predecessori
  • Impegnativo anche per gli esperti di action games
  • Fan service a non finire

CONTRO

  • Abbastanza ripetitivo alla lunga
  • Modalità online un pò confusionaria

Articoli correlati

Simone Granata

Simone Granata

Circa 30 anni di passione videoludica, nata nell'infanzia per poi sfociare in interesse che sfiora il morboso. "Nintendese" madrelingua, ma odio vero per le tifoserie: la qualità innanzitutto. Pensate che i videogiochi siano cose per il tempo libero? Cose per le quali sprecare solo alcuni minuti della giornata? 異議あり!

Condividi