ARTICOLI

Recensione | Nacon Revolution Pro Controller 2

Il mercato dei controller specifici per il gaming “harcore” si è rivelato inaspettatamente florido per Nacom, già produttrice del pad Revolution Pro prima versione. Nonostante il target specifico, la periferica ha venduto molto bene superando anche le aspettative dello stesso produttore. Non è una sorpresa quindi dare, a distanza di pochi mesi, il benvenuto a Nacon Revolution Pro Controller 2, versione “riveduta e corretta” della precedente incarnazione che punta a spostare ulteriormente in alto l’asticella qualitativa del prodotto che va a competere direttamente con le periferiche Razer.

Ormai è assodata la forma generale dei controller “pro” che viene condivisa anche da altri prodotti quali il pad omonimo per Nintendo Switch: piaccia o no, lo standard per un’impugnatura ergonomica e funzionale ricalca le forme del controller per Xbox. Siamo ormai lontani dalle sperimentazioni ardìte, e Nacom preferisce restare su una forma ampiamente collaudata. Il joypad trasmette da subito una piacevole sensazione di solidità: la qualità dei materiali non si mette in discussione ed il risultato è un controller piacevole da maneggiare. La scocca esterna è composta interamente in plastica satinata, buon accorgimento che permette di far risaltare in modo decisamente più funzionale i tasti in plastica lucida di considerevoli dimensioni.

Le novità più importanti da segnalare riguardo alle funzioni di Nacon Revolution Pro Controller 2 sono interessanti e passiamo ad elencarle punto per punto:

  • Software di personalizzazione: personalizzare il layout di tasti è una funzione decisamente utile che permette al giocatore di utilizzare il proprio controller al meglio. In questo caso sarà possibile la mappatura dei tasti, dei direzionali e delle levette analogiche. Una menzione specifica su queste ultime, con una customizzazione molto precisa che permette di regolare sensibilità al tocco e zone “vuote”. La croce direzionale può essere impostata per avere 4 direzioni oppure 8 direzioni, soluzione intelligente per i patiti di picchiaduro che guardano soprattutto alla precisione dei movimenti. Piccola particolarità: non esiste una funzione per impostare macro.
  • Compatibilità PC: Nacon Revolution Pro Controller 2 può essere collegato ad un PC con una compatibilità del 100% tramite l’attivazione dell’apposito tasto situato sul retro. Molto utile per chi utilizza sia PS4 che PC, ma anche scelta obbligata dal fatto che il programma stesso di configurazione prevede il collegamento del joypad ad un PC.
  • Profili multipli: è possibile salvare fino a quattro diversi profili sul controller, così da conservare dati modificati e soprattutto la mappatura dei tasti personalizzata.
  • Peso regolabile: nonostante il controller risulti ben bilanciato, robusto e facile da impugnare, è possibile regolarne il peso tramite una serie di piccoli contrappesi da inserire negli appositi alloggiamenti

Un controller decisamente ricco di funzioni, robusto e di ottima qualità quindi. La forma caratteristica permette un’ottima presa e la gestione precisa del layout tasti consente un’esperienza personale. Certamente adatto a chi punta in alto a livello di precisione e di competitività, ma anche indicato per chi desidera un controller longevo e robusto da poter utilizzare a lungo. Unico difetto del prodotto: il prezzo non certamente alla portata di tutti. 129 euro uno sull’altro, un prezzo abbastanza alto ma anche giustificato dall’alta qualità del joypad. Chi non ha eccessive pretese potrebbe facilmente dirottare le proprie attenzioni sul primo modello “base”, ma chi desidera accaparrarsi una periferica di gran pregio avrà certamente interesse nell’impugnare questo controller studiato per appagare i giocatori più esigenti.       

         PRO

  • Materiali di ottima qualità, robusto e con ottimo design

  • Molte opzioni di personalizzazione del layout tasti

    CONTRO

  • Prezzo non esattamente alla portata di tutte le tasche