Cosa si può dire della celeberrima serie Metroid che non sia già stato detto? Per chi tra voi necessitasse di una rinfrescata, il nostro Nonno Gamer ha parlato della storia di questa saga nel suo ultimo articolo. Le avventure della cacciatrice di taglie Samus Aran riportano i più vecchietti come il sottoscritto ai gloriosi tempi del NES/Super NES, dove questa serie ha di fatto gettato le fondamenta per il genere successivamente noto come “metroidvania”. Oggi però non parleremo del nuovo capitolo di questa saga gloriosa, semmai di un curioso spin-off che è balzato agli “onori” della cronaca subito dopo il Nintendo Digital Event dell’E3 2015: il buon Satoru Iwata, ormai vicino alla fine dei suoi giorni, era ancora tra noi e la massa di giocatori protestò vibratamente quando, dopo alcuni annunci non propriamente esaltanti, apparve il logo della serie Metroid non per annunciare un nuovo episodio della saga principale ma per introdurre Metroid Prime: Federation Force. La community fece sentire la sua voce ferocemente, tanto che venne addirittura creata una petizione online per cancellare lo sviluppo di questo gioco: come sempre internet dimostra quanto poco le persone riflettano, e soprattutto quanto la massa sia prevenuta. Chiedere la cancellazione di un gioco neppure visto? Fatto sta che Nintendo è andata per la sua strada ed ora Metroid Prime: Federation Force è finalmente arrivato. Il prodotto finito sarà in grado di mettere a tacere tutte le critiche?

GIOCO DI SQUADRA

Trattandosi di uno spin-off, Metroid Prime: Federation Force non ci metterà nei panni della più famosa cacciatrice di taglie interstellare del mondo videoludico, bensì ci metteremo ai comandi di agili ed equipaggiati robot. La federazione galattica ha la sua squadra d’assalto esperta in esplorazioni, mappature, indagini ad alto rischio e combattimenti con nemici di varia natura: ci ritroveremo a far Screenshot-2016-04-13-11.56.00parte proprio di questi reparti speciali, alle prese con l’esplorazione del sistema planetario Bermuda composto dai tre pianeti Excelcion, Bion e Talvania. Ciascun luogo presenta un’ambiente completamente diverso, motivo per il quale sarà necessario selezionare accuratamente l’equipaggiamento secondario da portare in missione. Metroid Prime: Federation Force mette in campo un interessante e completo sistema di personalizzazione del proprio guerriero con un buon numero di potenziamenti applicabili prima di ogni missione: le verniciature modificheranno esteticamente il mech e forniranno specifici bonus, mentre le mod si potranno trovare nascoste accuratamente nei vari livelli per un successivo utilizzo; alcune interessanti verniciature sono sbloccabili utilizzando gli Amiibo. Una volta preparato a dovere il mezzo da combattimento, potremo selezionare la missione desiderata dalla schermata apposita ed iniziare il gioco vero e proprio.

Come nei recenti capitoli della saga di Metroid, in Federation Force ci muoveremo e combatteremo freneticamente con una visuale in prima persona: il sistema di controllo ha due configurazioni differenti, utili per potersi muovere agevolmente sia utilizzando la versione base di Nintendo 3DS (senza lo stick analogico aggiuntivo) sia usando New Nintendo 3DS. Con la configurazione base i movimenti saranno affidati allo stick sulla sinistra, mentre la visuale potrà essere ruotata tenendo premuto il tasto R e muovendo la console: il giroscopio si occuperà di spostare la visuale in base ai nostri movimenti. Il sistema di controllo in generale si comporta bene ma a volte risulta un pò caotico e necessita di un pò di tempo per essere padroneggiato a dovere.

PIANETA CHE VAI, SFIDE CHE TROVI

Oltre al classico cannone blaster che rappresenta l’arma principale in puro stile Metroid, il mech avrà a sua disposizione anche un arsenale di armi secondarie dagli svariati effetti e caratteristiche: i raggio congelante (come sempre utile contro i Metroid) il raggio elettrico, i missili e così via. Oltre all’utilità offensiva, le armi secondarie si riveleranno anche molto utili per aprire la via verso zone segrete che spesso ricompenseranno l’ardìto esploratore con potenti mod. Arrivati a questo punto vi chiederete “quindi alla fine Federation Force meritava tutte quelle critiche?”: la risposta è molto885x semplice e piacevole da dare. Metroid Prime: Federation Force è un gioco davvero ben realizzato, eccezion fatta per il sistema di controllo un pò caotico e la trama poco interessante. La modalità co-op svela il meglio che questo titolo è in grado di dare: le numerose missioni sui tre pianeti del sistema Bermuda sono caratterizzate da un buon level design, con un livello di difficoltà  bilanciato ed in grado di regalare molto divertimento. Un punto di forza sta proprio nella varietà delle missioni stesse: ci ritroveremo a cacciare Pirati Spaziali, rintracciare antichi artefatti, imprigionare bestie selvagge per farle esaminare, resistere ad attacchi nemici e così via. Nonostante il gioco abbia un’anima FPS, rivela una piacevolissima varietà di obiettivi e gameplay, punto di forza che si rivela vincente sia nella modalità multiplayer che in quella single player. Ovviamente non si tratta di un Metroid vero e proprio, ma lo spirito action/esplorativo è in qualche modo intatto e risulta sempre presente nelle avventure della tetrade di soldati della Federazione Galattica.

Tecnicamente Metroid Prime: Federation Force si presenta in modo soddisfacente, con modelli 3D realizzati bene ed ambienti creati con molta cura per i dettagli. Le scalettature si notano molto ma considerato l’hardware della console, ormai un pò datato, il gioco è realizzato molto bene e non si segnalano cali di frame rate consistenti giocando su New Nintendo 3DS. Molto bene anche il comparto sonoro, composto da musiche di grande impatto e dal doppiaggio multilingue presente nei messaggi preconfezionati da utilizzare durante le missioni per far comprendere ai compagni il proprio stato d’animo: un valore aggiunto che migliora la comunicazione durante le partite online. Da segnalare la presenza del gioco Metroid Prime: Blast Ball incluso, che contribuirà senza dubbio ad incrementare la già ottima longevità del titolo base: una sorta di partita di calcio spaziale dove combatteremo a suon di laser la squadra avversaria nel tentativo di “sparare” la palla in porta. Metroid Prime: Federation Force dimostra ancora una volta che, se le idee sono buone, si può anche “uscire dal seminato” di una serie longeva e di successo, creando un titolo davvero divertente e godibile.

PRO:

  • Divertente, logevo ed estremamente vario con missioni sempre differenti
  • Mod, verniciature e molto altro per personalizzare il proprio avatar
  • Esperienza co-op di gran pregio

CONTRO:

  • Sistema di controllo a volte un pò caotico
  • Trama decisamente poco interessante

Commenti

RASSEGNA PANORAMICA
Articolo precedenteRecensione | Brut@l
Articolo successivoHands On | Sea of Thieves
Simone Granata
Circa 30 anni di passione videoludica, nata nell'infanzia per poi sfociare in interesse che sfiora il morboso. "Nintendese" madrelingua, ma odio vero per le tifoserie: la qualità innanzitutto. Pensate che i videogiochi siano cose per il tempo libero? Cose per le quali sprecare solo alcuni minuti della giornata? 異議あり!