Microsoft ha dichiarato che il servizio di gioco in streaming Project xCloud sarà compatibile con più di 3.500 videogiochi già dal giorno di lancio, che avverrà nel corso del 2019.

Tra questi ci saranno titoli provenienti da Xbox, Xbox 360 e Xbox One, mentre non necessiteranno di alcun impegno di sviluppo da parte degli sviluppatori per apparire sulla piattaforma cloud.

Inoltre, se uno sviluppatore dovesse aggiornare la versione Xbox One di un suo gioco, allora questo aggiornamento verrebbe applicato automaticamente senza lavoro aggiuntivo su tutte le versioni presenti in Project xCloud.

La compagnia americana ha anche spiegato che sono in sviluppo ben altri 1.900 videogiochi per la console Xbox One, i quali arriveranno anche sul servizio streaming in questione.

Infine, è stata introdotta una nuova API dedicata a Project xCloud all’interno dei kit di sviluppo di Xbox One, che sarà così in grado di consentire ai giochi di sapere se sono utilizzati in streaming oppure in locale.

Ciò offrirà gli strumenti agli sviluppatori per migliorare l’esperienza di gioco in streaming adattandola ai diversi dispositivi su cui i titoli saranno disponibili. Il colosso di Redmond si preoccuperà anche in futuro di consegnare ai team di sviluppo maggiori poteri in tal senso.

Commenti