Abbiamo già riportato i recenti rumor che vogliono il nuovo modello di PlayStation VR essere completamente wireless e costare solamente 250 dollari, ma oggi segnaliamo alcuni dettagli interessanti presenti risultanti proprio dal brevetto registrato da Sony.

Oltre alla tecnologia eye-tracking che sarà in grado di rilevare lo sguardo del giocatore, sembra che sarà presente anche un accelerometro e un giroscopio inseriti all’interno del dispositivo, in modo da adattare l’immagine di gioco in base al movimento e all’inclinazione della testa, rimuovendo così parte del fastidio noto come motion sickness.

Inoltre, sempre stando a quanto riportato dal brevetto ufficiale, sembra che la console next-gen PlayStation 5 utilizzerà un particolare metodo di renderizzazione con PlayStation VR 2, chiamato foveated rendering.

Questa particolare tecnologia permetterebbe alla GPU della console di risparmiare risorse e di caricare più velocemente gli oggetti in vista, anziché rallentare per caricare cose che non si stanno nemmeno guardando.

Qui sotto potete trovare delle immagini relative proprio a queste particolari tecnologie.

Ricordiamo che la periferica VR in questione sarà disponibile all’acquisto nel corso del 2021, pochi mesi dopo il lancio di PS5.

Voi cosa ne pensate?

Commenti