Game Experience
LIVE

PlayStation Plus, lanciate anche in Italia le nuove carte prepagate

Sony lancia le nuove carte prepagate, ma funzionano in modo diverso rispetto a quelle precedenti

Con l’arrivo del nuovo abbonamento PlayStation Plus (che ricordiamo essere approdato in Italia appena due giorni fa), non poteva mancare il lancio anche delle relative carte prepagate per i tre differenti tier di abbonamento: Essential, Extra e Premium. Fino a qui nulla di strano o nuovo, se non fosse per il fatto che queste nuove ricariche funzionano in modo diverso rispetto a quelle che venivano usate per l’abbonamento precedentemente.

Se non siete pratici di queste cose, non temete: vi spiegheremo per filo e per segno cosa c’è di diverso nella procedura di acquisto di queste nuove carte prepagate che, essenzialmente, aggiungono un solo step in più da effettuare prima di poter essere funzionanti ed essere usate per i rispettivi tier di abbonamento.

Lanciate le nuove ricariche per il PlayStation Plus, ecco cosa fare

Le suddette ricariche vengono vendute come delle Gift Card che tutti gli utenti possono acquistare e sono disponibili in doversi tagli in base al tipo di tier e del periodo di abbonamento. I prezzi partono da 25 euro per il PlayStation Plus Extra da 3 mesi, fino ad arrivare a 120 euro per l’abbonamento annuale al PlayStation Plus Premium.

Per il momento non vi è alcuna differenza con quelle precedenti, ma quella sostanziale e da segnalare è che, una volta che vengono riscattate, non estendono o attivano l’abbonamento ma vanno ad aggiungere il denaro al portafoglio virtuale PlayStation. Quindi, per potersi iscrivere o rinnovare l’abbonamento, toccherà all’utente selezionare il tier appropriato e portare a termine la procedura.

In fin dei conti, quindi, non si tratta di veri e propri voucher che possono essere usati per il PlayStation Plus, ma di carte prepagate che vanno ad aggiungersi a quelle che già sono disponibili e che possono essere usate per acquistare qualsiasi contenuto presente all’interno del catalogo del PlayStation Store. La differenza non è abissale, si tratta solo di eseguire un passaggio in più, ma capiamo come alcuni utenti potrebbero storcere il naso davanti a questa decisione di Sony.

PlayStation Plus
Fonte: Push Square

Articoli correlati

Diana D'Estefano

Diana D'Estefano

Amante dei videogiochi fin dalla tenera età, ha una grande passione per tutto ciò che li riguarda. Sebbene preferisca giocare a giochi horror, thriller o di fantascienza, le piace principalmente ogni tipo di gioco. Quando non gioca, probabilmente ascolta musica metal o studia.

Condividi