Game Experience
LIVE

PlayStation aperta a nuove acquisizioni se i team condividono la stessa “mentalità”

Bluepoint Games è solo l'ultimo team a far parte di PlayStation Studios

Sony ha finalmente confermato la sua acquisizione di Bluepoint Games. In un’intervista con IGN, il capo di PlayStation Studios Hermen Hulst ha dichiarato che difficilmente questo sarà l’ultimo studio ad unirsi a loro, ma gli sviluppatori saranno accolti nella famiglia PlayStation Studios solo se condividono la stessa “mentalità della qualità“.

Bluepoint Games è solo l’ultimo team a far parte di PlayStation Studios. Negli ultimi mesi, Sony ha infatti acquisito Housemarque, Nixxes Software e Firesprite. Quest’ultima ha poi annunciato di aver acquisito Fabrik Games per unirsi al suo team. È stato il miglior anno di Sony in termini di acquisizioni e questo non sembra fermarsi presto. Hulst infatti ha detto:

“Siamo sempre aperti a costruire nuove relazioni o a portare persone all’interno, ma solo se aderiscono alla mentalità quality-first e al giusto tipo di contenuti innovativi, nuove esperienze, esperienze diverse. Perché tutti questi team condividono molte cose, ma sono anche molto diversi tra loro, ed è questo che mi piace molto. E penso che questo sia ciò che il pubblico PlayStation, i fan PlayStation, meritano, è quella serie diversificata di giochi che fuoriescono dai PlayStation Studios.”

PlayStation

In seguito ha elaborato ciò che intendeva per “mentalità della qualità“:

“Il modo in cui guardiamo al nostro gruppo di studi, e ora abbiamo 16 team interni come parte di PlayStation Studios, è molto simile al modo in cui guardiamo i nostri giochi. Devono essere buoni, devono corrispondere a ciò che ci interessa in termini qualitativi, devono essere i giochi giusti. Lo stesso vale per gli studios. Gli studios rimangono devono avere una mentalità molto collaborativa. Devono essere orientati alla qualità. Non stiamo comprando team di sviluppo solo per essere più grandi. Compriamo i team solo perché sentiamo che insieme, faremo qualcosa che sarà ancora meglio che se lo facessimo separati gli uni dagli altri.”

Hulst aveva già descritto PlayStation Studios come una società “veramente globale” con “creatori unicamente diversi” e sembra che Bluepoint Games si stia aggiungendo a questo ethos. Con lo studio che ora lavora su “contenuti originali, non ci resta che aspettare e farci stupire.

Fonte: ign

Articoli correlati

Oskar Heise

Oskar Heise

Amante di esperienze Singleplayer, indipendentemente dal genere di appartenenza. Quando sono stanco, faccio riposare l'anima sedendomi affianco a falò provenienti dal Giappone o cerco di non classificarmi ultimo in una partita online. Allergico a qualsiasi forma di console war.

Condividi