Image default
ARTICOLI GUIDE NINTENDO PC PLAYSTATION SPECIALI XBOX

Pass Stagione 2 Dragon Ball FighterZ – Broly Super e Gogeta

Arriviamo alla fine del secondo pass stagionale di Dragon Ball FighterZ. Con un omaggio all’ultima pellicola animata, si chiude la carrellata di lottatori proponendo due facce familiari, ma reinterpretate nello stile di mosse in modo molto convincente.

Questa seconda versione di Broly è ricalcata sull’introduzione canonica del personaggio, avvenuta nel recente film di animazione dedicato alla nuova serie Super.
Il Broly che avevamo visto lo scorso anno era tratto dai film di animazioni del filone Z. Le differenze però non si limitano ad una semplice modellazione estetica, ma stiamo parlando di due personaggi completamente diversi da usare, confermando ancora una volta l’estrema attenzione di Arc System Works per rendere FighterZ non solo un contenitore di citazioni, ma anche un titolo valido e interessante da giocare.

Broly Super è quello che in gergo viene definito un “presaro”, un lottato con a disposizione molteplici prese e proiezioni su cui basare il suo utilizzo. Le “command grab” (ovvero le prese effettuabili con tasti più input direzionale, anziché quelle base eseguibili con la sola pressione di pulsanti) a sua disposizione sono infatti numerose. La testata è quella in assoluto più facile, limitandosi a premere avanti più attacco forte, tuttavia la sua utilità è comprensibilmente anche molto marginale. Il discorso si fa più interessante per Furia Poderosa e Lancio Poderoso: la prima può essere eseguita in tre forme a seconda del tasto (debole, medio, forte). Con debole, Broly afferra un nemico che gli sta di fronte, con medio un nemico in aria, con forte l’orientamento è automatizzato, puntando direttamente a dove si trova il bersaglio (ma come al solito, forte richiederà una tacca di barra super).

Lancio poderoso afferra i nemici in piedi, ma anche quelli atterrati dopo uno schiantamento. Quest’ultimo dettaglio rende questa mossa speciale interessante, dato che al termine di una combo già avviata, si potrà schiantare al terreno l’avversario e usarla per prolungare a combo. Entrambe le “Poderose” sono perfette per proiettare e continuare l’offensiva con una combo più articolata.
Colpo Eliminatore è una specie di strano ibrido tra una bolla e una presa. Qualora effettua a distanza, si comporta come una normale bolla, volando in direzione obliqua. Se invece colpisce a distanza ravvicinata, Broly la caricherà per scagliare l’avversario con più forza, diventando una specie di lancio potenziato.
Terremoto furioso invece è l’unica special che non ha una funzione in quel senso e si limita a creare un’onda d’urto sul terreno, simile come funzione e tempistica a quella di una bolla, ma con una raggio d’azione molto differente. Il terremoto può essere eseguito anche partendo da una posizione aerea, assumendo una funzione di zoning, pressione sul nemico oppure difesa contro uno scatto offensivo. Anche in questo si può parlare di una tecnica multifunzionale a seconda della situazione.

Carica Poderosa è la prima super, consiste in uno scatto in avanti che sbatte l’avversario contro il muro ed è generalmente una super piuttosto facile da collegare, sia in una combo, che su di un assist.
Impatto Poderoso funziona in modo simile, ma è aerea e può essere estesa più volte, spostando Broly in una direzione e altezza diversa. Molto utile per prendere avversari in picchiata o sfuggire persino da una posizione svantaggiata spendendo una barra di super. Più che una vera tecnica offensiva, si tratta di uno strumento multiuso, adattabile alla fuga, così come all’attacco a seconda della situazione.
Pioggia di Meteore conferisce un’invulnerabilità temporanea mentre viene lanciata una vera pioggia di bolle. E’ una tecnica piuttosto buona per mettere pressione all’avversario, anche per via della tempistica della caduta bolle, che può confondere i giocatori avversari. Le bolle infatti cadono a momenti alterni, pertanto evitare o parare un colpo, può condizionare la reazione ai successivi. E’ molto facile infatti che chi para il primo, sia costretto nella foga a restare in posizione difensiva per non scoprirsi e rischiare di prendere in pieno le altre bolle cadenti.

Ruggito Poderoso invece è la super accompagnata da una sequenza cinematografica, in cui Broly spacca la sua armatura ed entra in stato Super, lanciando dalla bocca una serie di attacchi energetici come sino ad ora abbiamo visto fare soltanto ai Sayan trasformati in scimmie giganti. In termini ludici, si tratta di un’altra sequenza di bolle, ma stavolta lanciate orizzontalmente. Il grosso vantaggio che rende questa super di livello 3 è il potenziamento al danno che conferisce sino al termine dell’incontro.

In definitiva, Broly Super è un personaggio abbastanza debole sulla lunga distanza per la povertà di tecniche raggio a disposizione, quanto devastante sul corto grazie alle sue prese. E’ consigliabile usarlo come personaggio mediano, in quanto se entra in battaglia con già tre tacche pronte di barra super, può cercare di mettere a segno il prima possibile il Ruggito Poderoso e sfruttare il potenziamento al danno sin da subito.

Anche in questo caso avevamo visto Gogeta in un’altra serie di Dragon Ball (il GT per la precisione), ma ora viene introdotto nella serie canone tramite il film dedicato a Dragon Ball Super. Gogeta è l’unione di Goku e Vegeta tramite la fusion, anziché gli orecchini Potara di Kayoshin, pertanto ha le sue differenze sia estetiche (è una fusion in stato SuperSayan Blu), che nel doppiaggio (in quanto parla sovrapponendo le voci di entrambi i personaggi).
Il suo parco di mosse normali è  buono, potendo contare su tecniche come “giù+attacco medio” con cui si lancia in un attacco basso in avanti molto utile per colpire nemici scoperti ed essere seguito da un montante a cui far seguire una combo aerea. Le sue Kamehameha base inoltre contano come mosse normali anziché speciali, potendo essere cancellate in mosse speciali e donando un punto di partenza estremamente comodo per molte combo, dato che può innescare una sequenza partendo da una mossa con un raggio di azione e una versatilità elevata.

Immagine Residua Molteplice è una mossa con risvolti molto tecnici: Gogeta lancia una kamehameha orizzontale, ma posiziona 3 sue immagini attorno. Il giocatore può eseguire un comando per rendere “vero” il Gogeta corrispettivo all’input, pertanto questo cambia l’attacco seguente, che può essere un calcio in picchiata, una kamehame in discesa, o un annullamento, a seconda dell’immagine scelta a seguire della prima kamehame.
E’ un genere di tecnica per complicare il mixup (la sequenza di attacco) e la risposta avversaria, tuttavia va eseguito con una certa padronanza di come continuare dopo o della contrastabilità di ciascuna variante usata.

L’Affondo del Punitore è una mossa imparabile, tuttavia facilmente evitabile saltando. Il vantaggio è che copre l’intero schermo orizzontalmente, ma rimane molto limitata e facilmente aggirabile. Qualora colpisca non garantisce un punto di partenza comodo per una combo, ma al prezzo di qualche tacca di special può essere collegata ad una super o un attacco a scomparsa (attacco medio+forte).
Colpo dell’Anima invece è una ginocchiata in avanti che può colpire tre volte di fila, qualora si prema ripetutamente il pulsante, così come essere cancellata in un attacco overhead (ad impatto alto, ottimo per punizioni su personaggi abbassati) in alternativa. Come mossa rientra nel tema “mixup” su cui si basano sia le mosse normali di Gogeta, che la precedente Immagine Residua Molteplice. Il suo essere eseguibile anche in aria, unita alla cancellabilità e all’essere allungabile, sono tutti elementi che si incastonano perfettamente in questo stile di combattimento su cui gli sviluppatori hanno voluto plasmare il personaggio.
Vortice Ascendente è una mossa antiarea molto efficace a contrastare gli attacchi dall’alto, ma anche utilizzabile per lanciare il nemico contro il muro e ottenere altri colpi in sequenza.

Tra le super la sua scelta iniziale è il Castigatore degli Dei. Come primo colpo Gogeta lancia due bolle, qualora queste entrino in pieno, ne fa seguire molte altre, lasciando al giocatore la scelta se prolungare la serie con un terzo passo, attivabile al prezzo di un’altra tacca di super. La flessibilità e la possibilità di estensione in caso di successo, rimangono quindi centrali nel suo utilizzo.
La Pioggia Astrale è un’onda energetica in discesa, una mossa classica in questo panorama, con effetto di schiantamento sul nemico e un buon danno. La Kamehame Big Bang invece è una kamehameha orizzontale eseguibile in aria, ma con proprietà e danno di una Super. Dato che Gogeta è molto ricco di mosse raggio a lunga distanza, il suo inserimento appare  sensato, ma forse ridondante, dato che a conti fatti risulta più un riempitivo, che non qualcosa di veramente utile nella sua rosa di opzioni. La sua super di livello 3 è il Meteorite Esplosivo, con cui scatta in avanti e, se colpisce l’avversario, fa partire una sequenza animata. Anche questa mossa può essere estesa a comando, al prezzo di altre due tacche di super, arrivando togliere un vertiginoso +50% di energia nemica, ma consumando 5 tacche complessive.

Related posts

Caricamento...