PC

NZXT ritira tutte le unità del case H1

NZXT, l’azienda americana produttrice di componenti hardware per PC non sta attraversando un periodo roseo, infatti la società sta ritirando dal mercato uno dei suoi case, cioè l’H1, per via di un grave problema legato alle viti che provocano dei cortocircuiti.

Molti utenti hanno pubblicato sui social diversi filmati che ritraggono dei case che andavano a fuoco, l’azienda è intervenuta subito con una dichiarazione scusandosi dell’accaduto e rassicurando i clienti inviando loro un kit con nuove viti, dovrebbero interessare oltre 33.000 unità vendute negli Stati Uniti d’America e Canada.

I kit di riparazione di NZXT per il case H1 includevano viti in nylon come opzione alternativa, ma la compagnia non ha tenuto conto dei casi in cui i proprietari potevano sostituire le viti in nylon con quelle realizzate in metallo.

L’azienda ha promesso di fornire ai proprietari delle nuove schede riser PCIe Gen3 riprogettati e di migliorare i processi di progettazione, test e controllo qualità per evitare questo tipo di problema si ripresenti in futuro.

Precisamente, la produttrice americana ha deciso di richiamare tutte le unità vendute negli Stati Uniti d’America e Canada, i case interessati includono i modelli sia quello nero (CA-H16WR-B1), sia quello bianco (CA-H16WR-W1), con i numeri di serie compresi tra 1200233400001 e 1203962204202, 00648999610844189725, 00648999610844206361, 0120AC00100001 e 01211C01900285.

Oltretutto, sia la Health Canada che la Commissione per la sicurezza dei prodotti di consumo degli Stati Uniti d’America consigliano ai proprietari di “interrompere immediatamente l’utilizzo dei case e contattare NZXT per un kit di riparazione gratuito“. Per ora, non esiste un ordine di richiamo per i case H1 venduti al di fuori degli Stati Uniti e Canada.

Segnaliamo inoltre che Artifact Studios in collaborazione con il produttore di hardware per PC NZXT, ha realizzato il prototipo di un computer da gaming con tanto di GPU NVIDIA RTX 3080 all’interno di una sneaker.