NINTENDO

Nintendo: le azioni calano del 6% dopo il Direct dell’E3 2021

Il motivo principale di questo movimento è forse riconducibile al mancato annuncio di "Switch Pro"?

Nonostante una presenza decisamente forte all’evento E3 2021, Nintendo ha visto calare il proprio valore azionario del 6% nel corso degli ultimi cinque giorni.

Vogliamo infatti segnalare che, secondo i dati di Stream Hatchet, quella di Nintendo dovrebbe esser stata la conferenza più vista di tutta l’edizione 2021 dell’evento E3, registrando un picco massimo di 3,1 milioni di spettatori.

A questo punto, la compagnia giapponese non sembra aver convinto gli investitori nonostante la presentazione al Nintendo Direct di giochi come Metroid Dread, Mario Party Superstars, WarioWare: Get It Together!, The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 e Shin Megami Tensei V.

Nintendo

Forse questa insoddisfazione deriva dalla mancata presentazione durante l’evento della tanto vociferata Switch Pro, cioè una revisione hardware della console portatile su cui sono stati pubblicati rumor uno dietro all’altro durante l’ultimo periodo.

L’assenza di un annuncio su questo prodotto, che ormai si tende a ritenere esistente al 100%, ha suggerito la possibilità che possa non trattarsi di una semplice piattaforma Switch un po’ più potente (sulla scia di PlayStation 4 Pro e Xbox One X), ma di una vera e propria nuova console.

Forse Nintendo ha intenzione di lanciare prima The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2, in modo da sfruttare la base installata di Switch che è notevole e rinviando così il nuovo hardware, schivando allo stesso tempo la grande carenza di semuconduttori, che effettivamente sta rallentando significativamente la produzione di console come PlayStation 5 e Xbox Series X|S.

Nintendo-Direct

Comunque sia, le azioni di Nintendo hanno chiuso una delle giornate scorse in ribasso dello 0,8%, con il titolo sceso ulteriormente del 3% la mattina dopo. Secondo Forbes, tuttavia, questo non dovrebbe essere per forza un segno troppo brutto.

Il valore azionario di Nintendo, infatti, è rimasto alto per molto tempo grazie al successo continuo di Switch. Cali di questo tipo sono spesso seguiti da un movimento opposto pian piano che il valore delle azioni si stabilizza.

Voi cosa ne pensate? Siete rimasti soddisfatti dal Direct della grande N oppure no? A questo indirizzo potete trovare il nostro recap della conferenza Direct!