NOTIZIE

Netflix sta per irrompere nel mondo dei videogiochi, secondo Bloomberg

Un nuovo report di Bloomberg non ha alcun dubbio in merito.

Netflix Inc. pare essere ormai pronta a catapultarsi nel mondo dei videogiochi dopo essere diventata un autentico punto di riferimento all’interno del settore dedicato alle Serie TV e ai film. Difatti l’azienda pare stia pianificando un’espansione nei videogiochi, assumendo persino un ex dirigente di Electronic Arts Inc. e Facebook Inc. per guidare questa nuova importante espansione del proprio business.

A rivelare queste importante informazioni di cui sopra è stato nientemeno che il noto portale online Bloomberg attraverso un nuovo report, articolo questo dove svela come la società abbia assunto Mike Verdu che si unirà a Netflix come vicepresidente del settore dedicato allo sviluppo del videogioco, rendendo Greg Peters il Chief Operating Officer dell’azienda. In precedenza Verdu era il vicepresidente di Facebook incaricato di lavorare con gli sviluppatori per portare giochi e altri contenuti sui visori per realtà virtuale Oculus.

L’idea è quella di offrire dei videogiochi direttamente sulla piattaforma di streaming di Netflix entro il prossimo anno, secondo una persona che conosce bene la situazione. I giochi verranno rilasciati insieme alla tariffa attuale in qualità di un nuovo genere di programmazione, simile a quello che Netflix ha fatto con i documentari o i vari speciali. La società attualmente non prevede di addebitare costi aggiuntivi per questo nuovo contenuto, ovviamente secondo la fonte di Bloomberg che ha chiesto di non essere identificata perché le informazioni citate poco sopra sono ovviamente private.

Entrare nel settore dei videogiochi sarebbe ovviamente una delle mosse più audaci effettuate da Netflix, ma i videogiochi consentirebbero all’azienda di attirare nuovi clienti, offrendo inoltre anche un qualcosa che nessuno dei suoi concorrenti diretti attualmente offre. Difatti Walt Disney Co., WarnerMedia di AT&T Inc. e Amazon.com Inc. hanno tutti accesso agli sport in diretta, Film e Serie TV, ma nessuno di loro propone videogiochi all’interno dei loro principali servizi video.

Insomma, stando a questo report non pare affatto difficile vedere nei prossimi mesi lo sviluppo di un videogioco di Stranger Things sviluppato direttamente da Netflix, società con sede a Los Gatos, in California.