Game Experience
LIVE

Microsoft mentì alla stampa sull’esistenza della prima Xbox pur di tenerla nascosta

Mentre Microsoft è alle prese con tutta una serie di festeggiamenti volti a celebrare come si deve il ventesimo anniversario della nascita della divisione Xbox, in questo articolo segnaliamo una novità piuttosto curiosa circa la nascita della prima console del colosso americano.

L’azienda di Redmond è infatti entrata nel mercato dei videogiochi il 15 novembre 2021 con la prima console Xbox, con un museo virtuale aperto proprio nei giorni scorsi e dedicato alla storia dei videogiochi secondo Microsoft. Grazie a questo museo è possibile inoltre gustarsi alcuni aneddoti piuttosto interessanti sulla storia delle console del colosso americano, dove uno di questi svela un particolare inedito.

Entrando nello specifico della questione infatti, l’aneddoto di cui sopra va a soffermarsi su quando la stampa riuscì ad ottenere le prime informazioni sulla prima console in produzione targata Microsoft prima del lancio. La rivista Next Gen all’epoca aveva contattato direttamente il colosso di Redmond per ottenere dei commenti sulla console leakata, con alcuni dirigenti dell’azienda che hanno però immediatamente smentito in modo netto e categorico l’esistenza della prima console Xbox alla rivista in questione.

Seamus Blackley di Xbox dichiarò alla stampa che in quel momento stava lavorando su un’API per schede video 3D FX per Windows quando invece, in realtà, stava ovviamente guidando il team alle prese con la realizzazione della prima console di Microsoft.
Eccovi qui di seguito le dichiarazioni condivise dal buon Blackley:

“”No, amico”. ‘Non so di cosa stai parlando. Cos’è Xbox? Di cosa stai parlando? Sono il program manager per la grafica di intrattenimento per Windows. Sto lavorando su delle API per schede video 3D FX per Windows.’ [Gli stavo solo mentendo.”

Le celebrazioni del 20° anniversario di Xbox sono state piuttosto importanti, con oltre 70 giochi aggiunti alla libreria di retrocompatibilità e non pochi supporto FPS Boost. Anche l’ombra del multiplayer free-to-play di Halo Infinite è caduta nell’occasione.

Fonte: Gamingbolt

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi