XBOX

Microsoft vuole lanciare ID@Azure, per far conoscere il cloud ai team indipendenti

Dopo ID@Xbox, Microsoft cerca un responsabile per il nuovo ID@Azure!

Microsoft è da sempre molto attenta al mondo dei titoli indie e quindi allo sviluppo indipendente di videogiochi, ma anche alla loro promozione grazie a diverse e interessanti iniziative.

Già da tempo il colosso di Redmond sta portando avanti il programma ID@Xbox, al fine di sostenere e pubblicare i giochi di numeri team di sviluppo indipendenti, ma ora anche il catalogo di Xbox Game Pass rappresenta un’occasione perfetta per lanciare i propri titoli da parte di questi team di piccole dimensioni.

Ebbene, la compagnia americana vuole ora unire il mondo dell’indie anche all’altro settore su cui sta investendo molto nell’ultimo periodo, cioè quello del gaming su tecnologia Cloud. Con un recente annuncio di lavoro, infatti, Microsoft starebbe cercando un responsabile per un nuovo programma chiamato ID@Azure, in grado di spingere sulla formazione e sviluppo in cloud da parte degli sviluppatori indipendenti.

azure microsoft

In particolar modo, l’azienda cercherà con questo programma di spingere gli sviluppatori a conoscere e utilizzare i propri server Azure, i quali supportano ovviamente la tecnologia del cloud, anche grazie al lavoro costantemente svolto dallo studio tecnico PlayFab acquisito di recente da Microsoft.

Il colosso americano è ormai in procinto di potenziare ulteriormente le proprie tecnologie cloud testando l’aumento di risoluzione dei videogiochi per xCloud da 720p a 1080p, suggerendo un futuro in cui si utilizzeranno come server delle vere e proprie Xbox Series X, al posto delle attuali Xbox One S.

Soltanto pochi giorni fa, il capo della divisione Xbox noto come Phil Spencer aveva ipotizzato un futuro in cui gli sviluppatori potranno lavorare ai propri titoli nativamente in Cloud, bypassando così i limiti delle macchine hardware, per poi soltanto successivamente scalare le prestazioni in base alle piattaforme su cui si vorranno rendere disponibili i giochi in questione.

xCloud-Microsoft

Che ne pensate di questo impegno da parte di Microsoft sul mondo del cloud? Avete per caso dei dubbi su questa particolare visione del gaming? Fateci sapere la vostra opinione nei commenti!