Game Experience
LIVE

Koch Media Recap | E3 2021

Il produttore Koch Media, proprietario di Deep Silver e Volition, ha confezionato un evento ambizioso per l’E3 di quest’anno. In generale si è partiti col botto già dal primo giorno e nemmeno il secondo ha deluso chi attendeva novità succose, proseguendo oggi con la conferenza del produttore tedesco, svoltasi alle 21, che ci ha portato annunci interessanti a riguardo di giochi in fase di lavorazione. Per quanto evidentemente più dedicato alla presentazione dell’etichetta e dei developer che al pubblico in sè, quello di Koch Media non è stato affatto un evento sottotono, durato fino alle 11. In calce a questo articolo potete trovare l’intero stream degli annunci effettuati, direttamente dal canale di Prime Matter.
Ecco a voi gli annunci che ci hanno interessato di più:


Koch Media Prime Matter


Geoff Jeinghley dopo la rivelazione di Elder Ring ci riserva altre sorprese come ospite. Come primo passo ci spiega cosa sono i Prime Matter: un gruppo di videogiochi raccolti come prima etichetta targata Koch Media, che prendono studi piccoli da tutto il mondo e forniscono loro risorse per creare titoli nuovi e divertisifcati, che possano fare da buone fondamenta per futuro.


Painkiller
I ragazzi di Saber stanno lavorando al ritorno di Painkiller, dopo aver supportato un’infinità di titoli tra cui Halo Anniversary della 343. Todd ci parla di cosa pensa dell’etichetta Prime Matter e di com’è il suo lavoro di ricostruzione del famoso titolo action, di cui purtroppo non è stato rilasciato un trailer a questo giro. Apprendiamo dalle sue parole che Prime Matter ha in totale 12 giochi in sviluppo di cui fa parte anche Painkiller: alcuni giochi sono ancora in fase di elaborazione e preproduzione, per cui i concept per adesso rimangono appena abbozzati.


The Chant

The Chant


Mike Skupa di Brass Token ci parla di The Chant, un survival action horror sci-fi game in fase di costruzione. Brass Token è un piccolo team con sede in Canada ed una buona base di partenza. Molti dei ragazzi del team hanno già lavorato a giochi sandbox ed in particolare hanno un background nella Rockstar Games ed in Electronic Arts, per cui sono veterani dell’industria. The Chant sarà ambientato su un’isola maledetta nella zona nord-occidentale dell’Oceano Pacifico, che i membri di un culto sceglieranno appunto come punto di raduno per un ritiro spirituale. La protagonista non è affatto convinta ma vuole lasciarsi alle spalle una serie di eventi passati, non sapendo di stare per finire in bocca a creature provenienti da un’altra dimensione, risvegliate dal rito.

La protagonista dell’avventura, di cui però non conosciamo ancora il nome, non sarà affatto una convinta credente come gli altri, ma si rivelerà l’esatto contrario: estremamente scettica riguardo il mondo dell’esoterismo, questa giovane donna parteciperà infatti al ritiro su consiglio di un amico, nella speranza di affrontare e lasciarsi definitivamente alle spalle una dolorosa serie di traumi passati che ancora la affliggono.
La loro maggior fonte di ispirazione principale è Alone in the Dark. In linea con le ultime produzioni, abbiamo appreso di come sono stati usati attori per fasi di motion capture. Ora come ora il gioco è molto cambiato dal concept originale, sono state implementate meccaniche ci combattimento, ma ancora nulla è pronto da visionare.

Kingdom Come: Deliverance su Switch
Parla Tobias Stolz-Zwilling di Warhorse House, che ci riferisce del porting in lavorazione per Switch nonostante le evidenti pesantezze delle versioni PS4 e Xbox. L’idea nasce quasi per errore e grazie ai numerosi feedback ricevuti dal titolo, molto criticato per i problemi ed i bug alla sua uscita e decisamente atipico per il suo genere.


Codename Final Form

Final form


Un titolo in produzione da Reikon con ambientazione sci-fi/cyberpunk e di stampo FPS, di cui ci viene mostrato il trailer. Il Game director ed il game marketing ci parlano del personaggio principale dagli stessi creatori di The Ruiner. Il personaggio femminile è una mente in un corpo cibernetico, che potrà avere diverse trasformazioni e potenziamenti, tra cui una forma a sfera ci ricorda molto da vicino una certa Samus Aran.


Dolmen

Dolmen


Molto si è parlato di Dolmen, gioco in terza persona con elementi RPG per steam che tratta di tematiche lovecraftiane, a cura di Massive Work Studio. Nonostante la presenza di molteplici influenze autoriali, il gioco si appropria delle tematiche più fantascientifiche care allo space horror con una virata verso l’azione significativa, di stampo souls like. Dallo studio brasiliano, Gabriel Neves Ferreira, game director e lead programmer, ci parla delle ambientazioni e del forte legame tra titolo e concept del progetto, nel corso del quale incontreremo probabilmente i famosi monoliti che caratterizzeranno la nostra esperienza. Dolmen prende anche ispirazione da diversi film, dalle opere di Geiger, dagli ambienti spaziali di Mass Effect in qualità di opera magna spaziale e dalle terribili suggestioni suscitate dalle creature e dall’atmosfera di Dead Space. Una larga parte del discorso è stata dedicata a quanto il gioco sia cambiato in fase di lavorazione, grazie all’allargamento del team e all’allacciamento col Prime Matter che ha concesso a Massive Work Studio di sfruttare più risorse con maggiore efficacia. Pare che la parte più complicata del titolo sia stata trovare le persone giuste per far parte del progetto iniziale, facendo combaciare gli obbiettivi porofessionali con le ambizioni di crescita dello studio.


King’s Bounty 2
Finalmente viene mostrato anche uno story trailer di King’s Bounty 2, stand alone proveniente dallo storico RPG a turni in uscita il 24 agosto.
Il ceo di 1C Entertainment ci informa delle novità che incontreremo nel corso del titolo, come l’avvicinamento del gioco a dinamiche miste tra action e classico RPG. Ci viene anticipato anche un approccio più oscuro nel suo design, che segue il filone più gotico del genere high-fantasy (sulla falsariga di Ravenloft, ambientazione di D&D).


Scars Above

In world premiere il trailer di Scars Above, in fase di lavorazione iniziale a quanto visto dalla qualità generale, gioco sviluppato da Mad Head Games in terza persona con elementi survival ,nuovamente con ambientazione realistica-fantascientifica. Il titolo racchiude in sè elementi già visti nel recentissimo Returnal, tra combattimenti adrenalinici contro creature spaziali ostili, crafting, sfruttamento di dinamiche ambientali, analisi dei mondi alieni e dei biomi presenti grazie allo scanner, armi con statistiche migliorabili e munizioni diversificate, abilità a disposizione della protagonista. La ragazza che guideremo è una giovane dal passato militare, di cui vedremo la vulnerabilità di fronte a terreni a lei sconosciuti.


Encased
Il creative director Kozikhin di Dark Cristal Games ci presenta un RPG distopico, ispirato ai giochi di Brian Fargo (Fallout 2, Wasteland 2, Wasteland 3) e in visuale isometrica, in puro stile anni 50. Encased ci metterà nei panni di novelli impiegati alla Cronus in diversi ruoli, impegnati ad affrontare un mondo post-apocalittico in maniera scanzonata e delirante.


Echoes of the End
Myrkur Games presenta un’avventura fantasy in sviluppo per PC e console, ambientato in un mondo fantasy inedito. Il team islandese mira a sorprenderci con un’avventura in terza persona che segue Ryn, in grado di manipolare la materia, eroina che abbandona la sua vita precedente come spietata combattente per la Corona inizia a lavorare come mercenaria in un mondo che pensava di conoscere.


The Last Oricru
Sviluppato dai ragazzi di Gold Knights Studio, è un videogioco action GDR in terza persona ancora in fase di pre-produzione che mischia magia e fantascienza che dovrebbe esorsidre nel corso del 2022. Silva è l’eroe protagonista, uno dei pochissimi esseri umani presenti su Adenia. Silva non è originario della stella, ma si risveglierà su di essa dopo aver trascorso un periodo criogenizzato. L’impianto sarà pesantemente basato sulle decisioni prese dall’utente, influenzando l’esito della trama con diversi finali.


Payday 3

Payday saga


Adrenalinico e violento, il mondo di payday è un riflesso distorto della realtà dove l’heist (la tipica azione di furto da banca con risvolti sanguinosi) è all’ordine del giorno. Starbreeze ha pensato ad un’ambientazione in una grande città americana dove dovremo entrare nei panni di un criminale pronto a tutto per scalare le gerarchie. A quanto mostrato fin’ora le cutscene saranno girati direttamente con attori veri (anche di gran levatura), ed il titolo è in sviluppo per il 2023!

Questo è tutto da Koch Media per questo E3 2021!

https://www.youtube.com/watch?v=zc_n96lAPWs

Articoli correlati

Erika Berselli

Erika Berselli

Giocatrice di ruolo e videogiocatorice vorace. Le piace sparire dal vivo quanto fare il ladro o muoversi nello stealth. Amante degli horror (nonostante poi non ci dorma per sua stessa ammissione) e dei gdr.

Condividi