Game Experience
LIVE

iPod se ne va: Apple chiude la produzione dopo vent’anni

Eccoci alla fine di un'altra piccola "era" della tecnologia

Di iPod non si parla oramai quasi più eppure, a suo tempo, quei piccoli e pratici dispositivi prodotti dalla Apple rappresentarono una piccola rivoluzione tecnologica: tutti ne avevano uno, oppure volevano averlo, per sostituire i meno pratici e più ingombranti walkman – a uso dei giovanissimi, i walkman erano lettori di CD musicali portatili, essenziali prima dell’avvento degli MP3 e dei formati interamente digitali. Ebbene, la piccola rivoluzione degli iPod c’è stata ed è bella che passata.

Apple ha infatti deciso per la chiusura della produzione di iPod, dopo oltre vent’anni d’attività:

Si tratta della vera e propria fine di una piccola era tecnologica: in futuro quando parlerai di iPod i giovanissimi ti guarderanno straniti, mentre fino a pochi anni fa era un prodotto sulla bocca di tutti. Stesso destino toccato ai già citati walkmen, che i più stagionati tra noi (come il sottoscritto) hanno vissuto in prima persona.

Greg Joswiak, senior vice-president of worldwide marketing presso Apple, ha commentato la cosa, affermato che “lo spirito dell’iPod continuerà”, per poi aggiungere: “La musica è sempre stata una parte del nostro business qui in Apple e portarla con iPod a centinaia di milioni di utenti ha sortito un impatto non esclusivamente sull’industria musicale: ha anche ridefinito il modo in cui la musica viene scoperta, ascoltata e condivisa”.

Insomma, se al giorno d’oggi la musica è un facile prodotto comodo da gestire, che occupa scarsa memoria su dispositivi sempre più piccoli, libera dai precedenti vincoli imposti da cd, musicassette e dischi, lo dobbiamo all’iPod che ha contribuito alla diffusione di quei formati digitali in modo molto significativo. Ciò da un lato portò ad ingigantire il pericolo della pirateria, più semplice da diffondere via digitale che non tramite cd masterizzati, ma d’altro canto ha anche allargato enormemente il bacino d’utenza dell’industria musicale, dunque questa rivoluzione, nel bene o nel male, ci ha portato precisamente dove siamo oggi.

iPod oramai non serve più, ma ciò non lo priva della sua importanza. Oggi esistono dispositivi capaci di fare il suo lavoro e molto di più, ma non sarebbero forse mai esistiti se non non fosse stato questo prodotto ad aprire per primo la strada. E voi che dite? Possedere un iPod o ne avete mai posseduto uno? Oppure siete cosi fortunati da essere ancora giovanissimi e liberi d’acciacchi e di questo prodotto avete solo un ricordo sbiadito. Fatecelo sapere nell’apposito spazio sottostante dedicato ai commenti!

iPod
Fonte: The Guardian

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi