Game Experience
LIVE

Green Pass: un nuovo sistema crea Pass falsi realmente funzionanti ma sembrano essere già stati bloccati

Spuntano in rete dei Pass falsi che funzionano per davvero.

Se non vivete su Marte, ma sul Pianeta Terra, è letteralmente impossibile che vi siate persi l’incredibile polemica esplosa nel nostro Bel Paese e riguardante l’obbligatorietà del Green Passcertificato dedicato a tutti i vaccinati anti COVID-19 che permette a chi lo possiede di poter accedere a tantissimi luoghi altrimenti inaccessibili.

Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, e nel caso non ve ne dovete vergognare, grazie a questo certificato è possibile accedere a luoghi altrimenti resi inaccessibili, come per esempio poter pranzare all’interno di un ristorante, visitare un museo oppure ancora accedere allo stadio così da potersi gustare dal vivo la partita della propria squadra del cuore.

Alcuni però hanno iniziato a scagliarsi con violenza contro il Governo italiano, colpevole a loro dire, di aver realizzato questo Pass che va a limitare oggettivamente la libertà dei cittadini italiani. E visto questa limitazione non stupisce vedere come in molti abbiano iniziato a contraffare i green pass, con alcune testimonianze spuntate in rete nel corso di questa mattinata che mostrano l’immagine di un certificato con i dati anagrafici di Adolf Hitler.

E no, vi precisiamo subito che non si tratta minimamente di uno scherzo di cattivo gusto da parte di qualcuno che vuole fare ironia con il Nazismo e questa nuova imposizione del Governo italiano, ma è uno screenshot che si prende il compito di andare a mostrare come questo No Green Pass (il nome è già tutto un programma) riesce ad avere la meglio sulla scansione effettuata dall’app VerificaC19.

In estrema sintesi quindi, questo venditore ha dimostrato con il Green Pass di Adolf Hitler come funzioni perfettamente il suo sistema di truffa ai danni dello Stato italiano, essendo in grado di vendere dei green pass realmente funzionanti anche a chi non si è vaccinato oppure a chi non ha effettuato il tampone.

Questo certificato falso è stato creato da un venditore sul sito Raid Forums, che ha deciso di pubblicare lo screenshot di cui sopra ad un utente interessato ad acquistare il tutto, così da dimostrargli che funzionasse tutto regolarmente, creando un certificato verde con i dati anagrafici del tristemente celebre dittatore. Facendo un rapido controllo con l’app C19 al momento non risulta affatto questo Green Pass falso.

A questo punto l’unica nostra speranza è che si sia trattato di un caso isolato, con questa pericolosissima falla nel sistema dei Green Pass che pare essere stata già prontamente risolta. Se così non fosse è altamente probabile che a breve potrebbero essere in circolazione tantissimi utenti muniti di Pass falso, senza essere stati né vaccinati e tantomeno tamponati. Cosa non propriamente ideale con una pandemia ancora in corso!

Fonte: Open

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi