Game Experience
LIVE

Halo Infinite, il lead narrative designer lascia 343 Industries

Aaron Lined ha annunciato l'addio a 343 Industries.

In vista dell’arrivo del nuovo anno, il lead narrative designer di Halo Infinite, Aaron Linde, ha pubblicato un nuovo tweet dove è andato ad annunciare il suo addio da 343 Industries. Lo sviluppatore ha infatti colto l’occasione rappresentata dall’arrivo del 2022 per annunciare che nel corso di quest’anno seguirà “una nuova opportunità” lavorativa.

Il buon Linde non ha rivelato ulteriori informazioni circa questa nuova avventura professionale che è pronto ad intraprendere, ma ci ha tenuto a specificare che non è stato per nulla facile decidere di lasciare il team di sviluppo della divisione gaming di Microsoft, definendola addirittura come una “decisione terribilmente difficile” da prendere.

Eccovi qui di seguito il tweet condiviso direttamente da Aaron Linde:

“Ho delle notizie agrodolci da riportare: lascio 343 Industries per perseguire una nuova opportunità lavorativa nel 2022. È stata una decisione terribilmente difficile da prendere; Halo Infinite rimarrà uno dei successi di cui sono più orgogliosi della mia carriera per il resto della mia vita. Sono così grato di averne fatto parte.”

Per chi non lo conoscesse, stando al suo profilo LinkedIn Aaron Linde ricopriva il ruolo di lead narrative designer all’interno di 343 Industries, con il compito di guidare un team di scrittori per realizzare delle linee di dialogo presenti nella campagna e nello specifico nel vasto mondo di gioco aperto (ovviamente ci riferiamo allo Zeta Halo).

Grazie al suo team di scrittori sono state realizzate oltre 15.000 linee di dialogo per Marine e nemici, con oltre 100 audio log e dialoghi ambientali che hanno scritto.

Inoltre prima di approdare in 343 Industries nel corso del 2019 è stato il lead writer di Battleborn di Gearbox, oltre ad essere stato anche il senior writer di Destiny 2.

Fonte: GameSpot

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi