STADIA

Google: da marzo sarà richiesto il supporto del codec AV1 sui dispositivi Android TV e non solo

Google ha intenzione di stabilire un nuovo requisito per tutti i dispositivi Android TV. Parliamo del supporto al codec streaming AV1.

Una notizia non del tutto nuova, tali voci circolavano già da mesi per internet. Siti molto presenti nella scena Google come AndroidTV_Rumor e Protocol avevano già menzionato in passato la richiesta del colosso di Mountain View di passare al support AV1 ad ottobre dell’anno scorso. Oggi arrivano le conferme da parte dei ragazzi di XDA.

Stando a XDA, si sarebbe scelta una finestra temporale adatta per tale modifica e tutti i dispositivi basati su Android TV, tra cui Google TV, dovranno supportare il codec a partire dal 31 marzo 2021. Ciò vale per qualsiasi dispositivo con Android 10 o 11. Dunque XDA ci dà un’immagine più precisa della situazione.

Google

Tale codec è stato progettato per essere più efficiente nello streaming di video con un impatto minimo sulla qualità e Google aveva già reso noto in passato che avrebbe spinto in qualsiasi modo l’AV1 in futuro. Il codec è già presente su YouTube, Chrome e Duo ed in futuro su Google Foto, Play Movies/Google Tv, Meet e anche Stadia.

Essendo un codec che richiede specifiche hardware un tantino più recenti per il processo di decodifica, l’attuali Chromecast con Google TV non otteranno un aggiornamento e molti televisori potrebbero non essere più in grado di mostrare alcuni contenuti da YouTube e Netflix, per esempio, dovendo dunque essere rimpiazzati da alcuni più moderni come la linea Bravia XR di Sony.

Al momento non si sa come possa influire effettivamente su Stadia, ma possiamo ipotizzare che andrà a migliorare (e non di poco) la qualità già ottima dello streaming videoludico. Stadia, che ricordiamo, viene da settimane decisamente “pesanti” dopo l’annncio della chiusura degli studi interni.

Ad ogni modo, Google sempre più intenzionata ad alzare l’asticella nel mondo dello streaming con nuove tecnologie e sembra proprio che il codec AV1 sia ormai pronto per fare la sua parte all’interno della scena.