Game Experience
LIVE

Google accusa Epic Games di aver aggirato le politiche del Play Store

Google ha contrattaccato Epic Games, accusando lo sviluppatore di Fortnite di aver violato il contratto del Play Store.

Google ha contrattaccato Epic Games, accusando lo sviluppatore di giochi di aver violato il suo contratto quando ha introdotto una modifica per eludere i sistemi di pagamento del Play Store e le commissioni di acquisto in-app. Nel contro reclamo sostiene che Epic abbia violato intenzionalmente i termini di un contratto che consentiva a Fortnite di risiedere nel Play Store presentando una versione dell’app contenente un metodo di pagamento diverso dalla fatturazione di GooglePlay per gli acquisti in-app. A causa di questa violazione del contratto, Google afferma che milioni di utenti Android che hanno scaricato l’app Fortnite tramite il Play Store sono ancora in grado di accedere al sistema di pagamento esterno di Epic nonostante l’app sia stata rimossa dallo store. Secondo Google, ciò ha consentito a Epic di eludere le commissioni di servizio concordate contrattualmente a Google per tali acquisti.

Google vs Epic Games Fortnite

“Epic si è ingiustamente arricchita a spese di Google”, ha scritto Google nell’accusa. “Consumatori e sviluppatori non devono utilizzare Google Play, scelgono di utilizzarlo quando hanno la possibilità di scegliere tra app store Android e canali di distribuzione. Google supporta tale scelta attraverso lo stesso Android, le politiche di Google Play e gli accordi di Google con sviluppatori e produttori di dispositivi .”

Google sta cercando un risarcimento per l’importo perso dagli utenti che accedono al sistema di pagamento esterno di Epic tramite un’app scaricata dal Play Store. Finora, la causa Epic-Google ha prodotto documenti che indicano che Google avrebbe tentato di acquisire Epic in quanto lo sviluppatore di giochi era considerato una minaccia per l’app store. Google è stato minacciato dai suoi piani per eludere la commissione ufficiale del Play Store di Google distribuendo Fortnite attraverso altri canali, secondo un documento inviato da Epic. Un altro documento del tribunale di Epic ha affermato che Google ha preso in considerazione l’idea di avvicinarsi a Tencent, che possiede una quota di minoranza in Epic, per acquistare la sua quota. Il documento afferma che Google avrebbe preso in considerazione l’idea di collaborare con Tencent per acquisire completamente Epic.

Con entrambe le cause sia con Apple che con Google ancora in corso, le app di Epic Games continuano ad essere bandite dall’App Store e dal Play Store.

Fonte: ZDNET

Articoli correlati

Daniele Franco

Daniele Franco

Videogiocatore incallito, fin da piccolo, appassionato di qualsiasi genere, ma in particolare GDR ed Action Adventure. Gioco principalmente sulla piattaforma verde, ma amo e rispetto tutte le piattaforme e tutti i giocatori, le tifoserie non fanno per me, giocate e divertitevi, quello è l'importante.

Condividi