Fortnite è uno dei giochi più fortunati dell’attuale decade e il suo crescente successo non sembra voglia fermarsi. Tim Sweeney, creato del gioco, è uno sviluppatore con decadi d’esperienza che nella sua carriera ha creato intricati e interattivi reami del mondo digitale.

Nel 1990 fondò la sua video e 3-D compagnia di software, Epic Games. Lavora nel settore da molto più tempo di quanto molti credano e ha prodotto titoli del calibro di Gears of WarUnreal Tournament e ovviamente l’attuale fenomeno videoludico che è Fortnite.

Grazie a quest’ultimo titolo è diventato uno dei uomini più ricchi del pianeta, piazzandosi nel top 200. Molti non sapranno che, da anni, è anche un attivo filantropo. Sta di fatto, dal 2008, impiegando le sue grandi risorse nel tentativo di proteggere le bellissime montagne della Carolina occidentale.

Dal 2008 a oggi ha speso milioni di dollari per supportare dei progetti di conservazione nel Nord Carolina, suo stato natio, per proteggere e preservare le foreste. Nell’ultima decade ha acquistato circa 40000 acri di terra, il che lo rende uno dei più grandi possidenti terrieri privati dell’intero stato.

Ha donato soldi a una moltitudine di progetti affini, supportando tra le altre cose un espansione di 1500 acri nel Mount Mitchell State Park. Allo scopo di proteggere 7000 acri della Box Creek Wilderness ha donato 15 milioni per un progetto di conservazione nel novembre 2016.

Con questi acquisti ha preservato delle antiche zone naturali dagli interessi di una corporazione che desiderava adoperarla in modi che l’avrebbero per sempre rovinata. Quell’area è ora una delle più diversificate, a livello di flora e fauna, di tutto lo stato.

E non finisce qui. Negli anni ha compiuto numerosi altri acquisti affini, salvando diverse zone boschive che sembravano destinate a essere distrutte, come una zona di 1500 acri in un luogo noto come Stone Hills che altrimenti sarebbero stati disboscati per far posto a due campi da gold professionali, uno hotel, una spa, 1050 case e oltre 8000 metri quadrati di negozi, ristoranti e uffici.

Senza dubbio un personaggio il cui esempio dovrebbe essere seguito da molti miliardari. Un uomo che, si ami o si odi Fortnite, non si può che stimare.

Commenti