Game Experience
LIVE

Fortnite Capitolo 3: come ottenere lo Shield Kegs

Epic Games ha inserito nel gioco un nuovo prezioso oggetto.

Nelle scorse settimane Epic Games ha rilasciato l’atteso Capitolo 3 di Fortnite, cogliendo la preziosa occasione per inserire nel celebre Battle Royale free to play tutta una serie di importanti novità. E tra queste troviamo anche i Web Shooters di Spider-Man ed una nuova meccanica. Oltre a queste cose però il publisher americano ha introdotto proprio in queste ore anche una nuovissima opzione di cura nel gioco.

L’hotfix 19.01 del 4 gennaio ha infatti aggiunto lo Shield Kegs (o Shield Sprinklers) sull’isola del celebre fenomeno culturale. Per chi non li conoscesse, questi possono essere posizionati a terra per cospargere scudi sia sul giocatore che li mette a terra che sui vostri compagni di squadra, mantenendoli al sicuro.

Puoi ottenere uno Shield Keg in Fortnite Capitolo 3 si deve parlare con The Scientist oppure con Lt. John Llama. Entrambi questi NPC i venderanno l’oggetto per 250 lingotti d’oro. Lo scienziato si trova all’estremità nord del Santuario, mentre il tenente John Llama si trova a sud-est di Logjam Lumberyard. In alternativa, è possibile anche trovare Shield Kegs in Chests e Supply Drops sulla mappa.

Questi oggetti possono ripristinare fino a 100 punti di Scudo e anche i propri compagni di squadra possono trarne vantaggio stando vicino allo Shield Sprinkler. Inoltre è possibile buttarlo a terra per avere i propri scudi costantemente riforniti mentre si sta sparando al nemico di turno.

E tutti questi vantaggi rendono lo Shield Keg il miglior oggetto di ripristino dello scudo attualmente disponibile all’interno di Fortnite Capitolo 3. Infatti essere in grado di rifornire ripetutamente i vostri scudi mentre si sta subendo il fuoco nemico è molto, molto utile.

Tuttavia è bene sottolineare come questo oggetto possa ripristinare anche lo scudo dei propri nemici una volta posizionato a terra, per cui state attenti quando decidete di utilizzarlo.

Fonte: Charlieintel

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi