Game Experience
LIVE

Far Cry 6 | Anteprima

Annunciato a sorpresa a luglio 2020 durante gli Ubisoft Forward, di Far Cry 6 se ne erano un po’ perse le tracce. Attesa l’uscita per l’ inizio 2021 (il 18 febbraio per la precisione) del gioco, però non si hanno avute più informazioni, compresi lo stato del gioco e i motivi del rinvio. Dopo dubbi e incertezze da parte dell’utenza a Fra Cry 6 è finalmente tornato, prima con un evento interamente dedicato, poi come uno dei titoli protagonisti dell’E3 2021. Qui di seguito la nostra anteprima con tutte la informazioni trapelate del sesto capitolo targato Ubisoft.

Yara

Far Cry 6 sarà localizzato a Yara, un paradiso caraibico caratterizzato da numerose ambientazioni, che variano vegetazione rigogliosa, acqua cristallina e spiagge che si estendono per chilometri. La vera gemma e fulcro di Yara è Esperanza, la capitale, città palesemente ispirata a L’Avana e che sarà lo scenario delle azioni più importanti del gioco. Il paradiso, però, è solo in apparenza, perché Yara sarà lo scenario di una rivoluzione per mano dei ribelli del fronte Libertad, guidati da Dani Rojas la protagonista principale, giovane ragazza o ragazzo (questo spetterà come nei capitoli precedenti al giocatore sceglierlo) sarà spinta dall’odio per Anton Castillo, l’antagonista del gioco. In linea con il brand Fra Cry, anche nel sesto capitolo sarà il cattivo il motore crudele dell’azione, e Anton Castillo- interpretato dell’ attore Giancarlo Esposito- è un dittatore spietato che governa in modo crudele e con il pugno di ferro Yara, con l’intento di instaurare la sua personale visione di progresso.

Gameplay

Far Cry 6 è la storia della caduta di Anton Castillo per mano della sopracitata Dani Rojas. Ci riferiamo al protagonista con appellativi femminili perchè tutti i filmati rilasciati da Ubisoft fino ad oggi mostrano solo questa versione del protagonista, ma come avveniva per gli ultimi capitoli di Far Cry, potremo scegliere tra due versioni dell’avatar, rispettivamente dalle fattezze maschili o femminili. A dispetto dei predecessori l’aspetto del nostro personaggio avrà un maggiore rilevanza, dato che lo potremo vedere in terza persona, almeno nei filmati presenti nel corso del gioco. Risulta meno chiaro se si potrà configurare esteticamente il personaggio o se saremo obbligati ad accettare i connotati definiti dallo sviluppatore. Al di là dell’aspetto, il concetto alla base non cambia: il gioco sarà uno shooter in prima persona, in cui dovremo barcamenarsi fra incarichi principali e secondari allo scopo di scardinare il potere di Castillo. Ci troveremo quindi nella solita formula di liberare varie zone dell’isola, e gli avamposti nemici. In Far Cry 6 a livello di gameplay ci sono interessanti novità. Potremo, ad esempio, passare per la prima volta totalmente inosservati negli insediamenti urbani o nelle strade di Esperanza, rinfoderando la pistola. Un elemento che che permetterà di dare al gioco un nuova connotazione stealth, di passare per semplici civili in modo da girare liberamente in città, raggiungere negozi e personaggi senza doversi guardare sempre le spalle, a differenza dei precedenti capitoli in cui incappare con estrema frequenza ai nemici era la prassi. Non saremo da soli ad affrontare Castillo, avremo infatti accesso diverse basi operative di Libertad, che potremo contribuire a sviluppare, ingrandire, interagire con i vari compagni e all’interno delle quali ci muoveremo con una visuale in terza persona. All’interno degli insediamenti poi potremo acquistare e personalizzare i veicoli e le armi. Il vero punto cardine di Far Cry 6 grazie al numero impressionante di mezzi di trasporto, ma soprattutto di bocche di fuoco a disposizione, che potremo personalizzare o creare mediante mezzi di fortuna. Meccanica appena accennata in Far Cry New Dawn, ma che in questo capito, da quello che abbiamo visto nei filmati, volgerà un ruolo fondamenta e potremo vare tra le mani per esempio: fucili spara-chiodi ricavati dalle scatole di sardine o un’esilarante arma lancia CD caricata a colpi di dischi della Macarena.

Mondo di gioco

Far Cry 6 segue ovviamente la scia dei precedenti capitoli presentando una struttura open world. La mappa da quello che abbiamo potuto vedere è vasta suddivisa in diverse zone, che potremo liberamente esplorare portando avanti le missioni primarie e secondarie. Libertà di esplorazione si compensa con la libertà di azione, il gioco infatti, permetterà di affrontare le missioni in modi diversi. Oltre alla sopracitata componente stealth rinfoderando l’arme e passando quindi inosservati, avremo tutta una serie di percorsi segreti risalenti alla precedente rivoluzione della fine degli anni 60, che dovremo prima scoprire e che ci permetteranno di entrare e uscire dalla capitale e dalle principali aree limitrofi. Una serie di quelli che sembrano essere degli interessanti escamotage, che permetteranno di vedere i tanti e vari e affascinante scenari in stile cubano di Yara un tono diverso al gameplay che ha rischiato troppo spesso in passato di essere monotono.

Le premesse per essere un buon titolo e aggiungere delle interessanti novità ci sono tutte. non ci resta che attendere l’uscita di Fra Cry 6 prevista il 7 ottobre su PC , PlayStation 5 e 4, Xbox Series X|S e Xbox One il 7 ottobre 2021, in pieno clima autunnale.

Articoli correlati

Carlotta Bosca

Carlotta Bosca

Instancabile videogiocatrice sin dall'infanzia, dipendenza nata con Tomb Raider 2 e quindi l'amore per Lara Croft. Divoratrice di romanzi e fumetti (ossessionata soprattutto da Batman).

Condividi