Game Experience
LIVE

Evil Dead The Game – Recensione

Sabre Interactive e Boss Team Games puntano con Evil Dead The Game al genere horror asimmetrico, nell’eterna battaglia tra demoni e sopravvissuti. Ciò nonostante Evil Dead: The Game è abbastanza diverso da altri prodotti simili sul mercato: questo festival della paura 4v1 porta in scena la lotta alle forze del male, con esplosioni di sangue e gore. Pronti alla nostra recensione?

Quando il male ritorna, anche Ash lo fa

Nel 1981, The Evil Dead di Sam Raimi ha fatto colpo sulla scena dell’orrore con quello che sarebbe diventato quasi uno stereotipo del genere horror: cinque sfortunati amici si dirigono verso una casetta nel bosco per divertirsi e poi – allerta spoiler! – l’idilliaco viaggio si trasforma in un sanguinoso massacro, spronato da un antico libro malvagio noto come il Necronomicon. Il film è diventato un classico di culto e ha avuto molta influenza nella sfera dell’orrore, come il suo protagonista, Bruce Campell nei panni del personaggio Ash Williams che è diventato innegabilmente il volto tamarro e anche un po’ comico in un franchise altrimenti incredibilmente macabro. Diversi film hanno seguito l’originale, tra cui Evil Dead 2 e “L’armata delle tenebre”, in cui Ash viaggia indietro nel tempo per combattere le forze demoniache. In tempi più moderni, la serie ha avuto sia un soft reboot che una serie TV, con l’ennesimo film, Evil Dead Rise (se ne volete sapere di più vi rinviamo alla nostra news), in uscita quest’anno. E poi, ovviamente, c’è Evil Dead The Game, il gioco di Sabre Interactive. Sabre non è stata solo in grado di convincere Campbell a interpretare Ash nel videogioco, ma anche molti degli attori originali del cast. Mentre l’attenzione di molti horror sono direzionate ai cattivi che rubano lo spettacolo, questo è un capolavoro dove le buffonate di Ash sono spesso al centro della scena.

Baciami il BOOMstick!

Evil Dead: The Game
Evil Dead The Game è un gioco multiplayer horror asimmetrico con coop e PvP, che prevede anche l’opzione per chi preferisce giocare in singolo.
All’inizio di Evil Dead The Game quattro giocatori entrano nella mappa come Sopravvissuti, con un quinto come Demone Kandariano. Il gioco insiste sul lungo tutorial per una buona ragione: Evil Dead: The Game è un’esperienza multiplayer basata su missioni, dove anche un anello debole nella squadra può portare rapidamente al fallimento. Ogni partita ha diverse fasi. In qualità di membro del team Sopravvissuti, il compito del giocatore è trovare parti di una mappa, quindi assumere il controllo di due oggetti prima del combattimento finale con gli Oscuri.

E’ piuttosto difficile entrare nella meccanica di Evil Dead The Game, almeno durante i primi round. Al contrario, il Demone Kandariano ha una vita più facile e tutto ciò che deve fare è fermare i sopravvissuti. Nei suoi panni è possibile vedere l’intera mappa – tutte le posizioni delle trappole e i nemici all’interno – volando in giro come la “Evil Force” in prima persona dei film. In questa modalità è possibile raccogliere sfere infernali, che sono spendibili successivamente per piazzare trappole, possedimenti e evocare demoni aggiuntivi. Man mano che la partita avanza ed il demone incute paura nei cuori dei sopravvissuti, si è in grado di sbloccare e potenziare demoni più potenti, inclusi i personaggi Elite e Boss.

I sopravvissuti di Evil Dead The Game giocano invece in squadra, come in un tradizionale gioco d’azione in terza persona. Per cominciare, sono disponibili nove personaggi Sopravvissuti, ciascuno suddiviso in classi: Leader, Guerriero, Cacciatore e Supporto. Tuttavia, all’interno di queste classi ogni personaggio ha la propria abilità unica che può essere attivata in qualsiasi momento, con un tempo di recupero che varia da abilità ad abilità. Potrebbe ridurre i livelli di Paura dei compagni di squadra, ripristinare la salute o dare una maggiore forza in mischia, e può diventare veramente molto utile se usata correttamente. Inoltre, ogni personaggio ha il proprio albero delle abilità, dove può sbloccare bonus alle statistiche o abilità aggiuntive. Ci vorranno una manciata di partite prima di poter sbloccare i bonus che hanno davvero un impatto.

Ogni partita di Evil Dead The Game ha un limite di tempo di 30 minuti per la fase di raccolta, dopodichè si passa a dare battaglia agli Oscuri con un tempo illimitato. Le partite iniziano in modo relativamente lento quando i sopravvissuti raccolgono equipaggiamento ed esplorano l’ambiente circostante, e il demone kandariano raccoglie sfere infernali e studia la disposizione degli obiettivi. Ben presto, però, entrambe le parti saranno pronte a impegnarsi.

In Evil Dead The Game abbiamo diverse mappe, inclusa la capanna nel bosco della serie di film Evil Dead, e oltre 25 armi, tra cui la motosega e il braccio di Ash. Al momento del lancio, il gioco include quattro classi di sopravvissuti giocabili oltre a tre demoni giocabili: Warlord, Burattinaio e Necromante.
Henry, Amanda Fisher, Cheryl e Ash Williams sono i personaggi disponibili al momento. Henry è il carro armato del gruppo armato di mazza. Amanda possiede una pistola e la capacità di sparare con armi da fuoco senza usare munizioni. Cheryl impugna un fucile da caccia e può curare i compagni. E, naturalmente, Ash porta il suo fidato boomstick ed è in grado di eseguire un esorcismo contro i demoni sui personaggi posseduti. I giocatori umani possono quindi equipaggiarsi con armi a corto e lungo raggio, pistole, fucili da caccia, aste e balestre che li aiuteranno nella loro lotta contro le orde di Deadite.

Nel gioco si sentono molto spesso parolacce e alcuni personaggi vengono bellamente mostrati col dito medio alzato, e questo perchè la paura è una parte importante in Evil Dead The Game. C’è un indicatore/metro di paura il cui livello varia a causa di jump scare e trappole, e modi con cui i giocatori possono ridurre la paura, ad esempio nei modi descritti sopra o trovando e accendendo falò. Troppa paura espone i personaggi alla possessione e ad altre conseguenze dannose.

Evil Dead The Game – altre modalità di gioco e crossplay

Evil Dead: The Game ASH
Mentre l’azione PvP è di gran lunga il fulcro dell’esperienza di gioco, ci sono alcune modalità bonus disponibili per il divertimento di tutti e per arricchire l’universo di Evil Dead. In Evil Dead The Game le missioni in solitario offrono ai giocatori un metodo per sbloccare nuove skin e cosmetici e per tuffarsi nei nastri esoterici di Knowby, offrendo un recap della storia della saga con alcune aggiunte. Volendo, è possibile rivolgersi semplicemente all’IA di gioco e giocare una partita standard da solo. I giocatori possono scegliere l’esperienza adatta alle loro esigenze praticamente in ogni parte.
Inoltre Evil Dead The Game supporta il crossplay, consentendoti di formare un gruppo per esplorare, depredare e combattere le forze dell’oscurità in modalità cooperativa e PvP.

Oscuro e sanguinoso con stile

Il cast di personaggi è piuttosto ampio e copre tutti e tre i film originali e lo show televisivo Ash vs The Evil Dead. Alcuni personaggi devono essere sbloccati nelle missioni per giocatore singolo, che offrono sorta di riepilogo mentre insegnano anche a giocare. Il comparto di Evil Dead The Game è indubbiamente bello, ma soggetto a limitazioni. Abbiamo riscontrato un discreto numero di compenetrazioni e png che restavano buggati, cali di framerate e – su schermi dalla risoluzione piuttosto grande – perdita di qualità nelle texture e re-scaling. Evil Dead The Game in compenso usa la luce con grande scenicità. Che si tratti di una lanterna nella foresta o del raggio della torcia di un personaggio che rimbalza su una superficie, fa la sua sporca figura.
Per quanto riguarda la modellazione nulla da obbiettare: ogni personaggio è stato modellato con particolare attenzione ai dettagli. I fan del franchise (ma anche gli esterni, quelli che magari La Casa se lo sono visto solo una volta senza affanno) sapranno subito chi è chi. Quando si tratta delle varie versioni di Ash poi, le piccole differenze tra ciascuna sono così distintive da permettere di ricollegare subito a quale universo narrativo appartiene. Anche il sonoro fa la sua parte, inserendo il giocatore nel ruolo e costruendo perfettamente i momenti di adrenalina.
Sabre Interactive ha anche mantenuto la rigiocabilità al centro del suo lavoro, in quanto le mappe possono essere affrontate più e più volte scoprendo nuovi elementi, anche in modalità giocatore singolo. Per quanto riguarda la localizzazione, Evil Dead The Game è localizzato in italiano nell’interfaccia e nei sottotitoli.

Evil Dead - The Game

Conclusione

Versione testata: PC
Piattaforme: PlayStation 5, PlayStation 4,Xbox Series X|S, Xbox One, Nintendo Switch, PC

Articoli correlati

Erika Berselli

Erika Berselli

Giocatrice di ruolo e videogiocatorice vorace. Le piace sparire dal vivo quanto fare il ladro o muoversi nello stealth. Amante degli horror (nonostante poi non ci dorma per sua stessa ammissione) e dei gdr.

Condividi