Game Experience
LIVE

Elden Ring tra disgrazie, eroismo perduto ed influenze da Il Signore degli Anelli

Miyazaki rivela tante informazioni inedite sull'atteso titolo.

Quando manca sempre meno al lancio ufficiale di Elden Ring, il director della nuova opera di FromSoftware, l’iconico e taciturno Hidetaka Miyazaki, ha preso parte ad una nuova intervista inserita nell’ultimo numero della rivista EDGE dove è andato a svelare davvero tante informazioni inedite riguardanti il gioco.

E proprio tra queste il buon Miyazaki ha rivelato che nel realizzare il nuovo titolo ha tratto ispirazione diretta da alcuni elementi presenti nella saga letteraria di Tolkien, ovviamente il Signore degli Anelli. Ma non è tutto, perché il noto director ha rivelato di essersi ispirato anche ad un’altra saga letteraria, The Eternal Champion di Moorcock, mentre gettava le radici nella realizzazione di Elden Ring.

Onestamente è piuttosto difficile dare una singola ispirazione che abbia avuto un grande impatto su Elden Ring. E questo perché ci sono stati molti lavori diversi che hanno influenzato il processo creativo in vari modi: Il Signore degli Anelli, la serie di romanzi The Eternal Champion di Michael Moorcock, aspetti dei giochi di ruolo da tavolo come RuneQuest, ecc. Quindi sì, ci sono molti motivi e temi che ho potuto scegliere da questi vari lavori che hanno avuto un effetto sullo sviluppo di Elden Ring“.

Infine Hidetaka Miyazaki ha parlato ancora una volta dell’apporto che ha dato George R.R. Martin, scrittore della serie de Le cronache del ghiaccio e del fuoco (Trono di Spade) allo sviluppo di Elden Ring:

Quando abbiamo parlato con George Martin, avevamo questi temi e idee per questi personaggi centrali della storia. E quando ha scritto i miti, gli abbiamo chiesto di creare questi eroi drammatici di questo antico mito che si svolge prima degli eventi del gioco. Questi personaggi drammatici ed eroici non erano realmente presenti nei nostri titoli precedenti, quindi posso affermare che questo è un qualcosa che mi ha realmente affascinato. E sì, posso anticiparvi che Godfrey ne è una specie di incarnazione. È uno dei personaggi più importanti del gioco. Una delle motivazioni del giocatore in Elden Ring è diventare Elden Lord: ma per fare questo dovrà viaggiare nelle Terre di Mezzo e diventare il prossimo Elden Lord. Nel periodo di massimo splendore del “Golden Order” delle Terre di mezzo c’erano due Elden Lord, e Godfrey fu il primo di questi. È stato il primo Elden Lord ed è stato sposato con la regina Marika. Il personaggio è rappresentativo di questo periodo di grandezza e ricchezza. Alla fine però questo fu esiliato dalle Terre di mezzo. Ed è proprio per questo motivo che lui stesso condivide una profonda connessione con il personaggio del giocatore. Godfrey rappresenta molto di quello che rappresenta il personaggio del giocatore e simboleggia una profonda connessione con il giocatore – qualcosa che brillava e ora è diventato offuscato e caduto in disgrazia“.

Fonte: Wccftech

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi