Game Experience
LIVE

Elden Ring, giocatrice sconfigge Margit usando un’arpa

Ecco l'ardua impresa di un'arpista

Una coraggiosa fan di Elden Ring è riuscita a sconfiggere Margit usando un’arpa come controller.

L’arpista Anna Ellsworth ha pubblicato l’impresa su YouTube, anche se al momento sta ricevendo molta attenzione su Reddit. Il combattimento in sé si rivela piuttosto pulito, con Ellsworth che riesce a superare molti degli attacchi di Margit e a guarire dai danni minori che subisce. La cosa ancora più impressionante è che è riuscita a sconfiggere il boss senza indossare alcuna armatura di gioco.

Ma come si fa a giocare l’Elden Ring con un’arpa? Ellsworth ha spiegato che lo strumento musicale è collegato al PC e viene poi fatto funzionare attraverso due programmi: uno che rileva le note e le trasforma in MIDI e un altro che prende il suono e lo associa a una pressione di tasti.

In questo modo Ellsworth può pizzicare alcune corde e farle muovere in avanti, a sinistra o all’indietro per un tempo indefinito fino a quando non viene inserita un’altra direzione o il movimento viene annullato del tutto, ma le cose si complicano ancora.

Il problema è che i miei controlli sono limitati con questa configurazione“, spiega su Reddit. “Ad esempio, non posso affatto scattare e poiché schivare e muovermi in una direzione diversa sono due fili separati (e il programma può riconoscerne solo uno alla volta), la mia strategia consiste principalmente nel camminare in avanti e schivare direttamente negli attacchi. Può essere un po’ inaffidabile“.

Elden-Ring_2

La nostra Recensione di Elden Ring

Margit si è rivelato il primo serio problema di difficoltà per Elden Ring quando il gioco è stato rilasciato all’inizio di quest’anno. Dopo qualche mese, solo il 55% dei giocatori PC ha trionfato contro di lui, mentre i giocatori PlayStation sono andati leggermente meglio con il 64%.

Ad ogni modo, se siete interessati, potete trovare la nostra recensione di Elden Ring a questo link.

Fonte: YouTube

Articoli correlati

Oskar Heise

Oskar Heise

Amante di esperienze Singleplayer, indipendentemente dal genere di appartenenza. Quando sono stanco, faccio riposare l'anima sedendomi affianco a falò provenienti dal Giappone o cerco di non classificarmi ultimo in una partita online. Allergico a qualsiasi forma di console war.

Condividi