Game Experience
LIVE

Elden Ring analizzato da Digital Foundry su PS5 e Xbox Series X|S

La redazione inglese esprime il proprio giudizio sulla Beta del gioco.

Nei giorni scorsi FromSoftware ha dato il via al Closed Test Network di Elden Ring, con Digital Foundry che non si è fatta trovare impreparata ed ha pubblicato una nuovo video analisi dove è andata a concentrarsi in particolar modo su PS5 e Xbox Series X|S.

La celebre redazione inglese è quindi partita dalla modalità performance della nuova opera realizzata dal team di sviluppo giapponese capitanato da Hidetaka Miyazaki, evidenziando come il gioco gira su PS5 e Xbox Series X con una risoluzione dinamica che viaggia tra i 1512p ed i 1800p. Tra le due console troviamo PS5 in leggero vantaggio in alcune situazioni, ma si tratta di migliorie impercettibili all’occhio umano.

Su Xbox Series S invece la risoluzione oscilla tra i 1792×1008 ed i 2560×1440. DF svela inoltre che le due nuove console di Microsoft non presentavano in questo test la possibilità di attivare il motion blur nella modalità Performance.

Detto questo, soffermandoci sul framerate possiamo notare come nessuna versione di Elden Ring riesca a reggere i 60fps stabili, con PS5 ed Xbox Series X che vedono il framerate viaggiare tra i 45 ed i 60fps, ed anche in questo caso troviamo la console Sony in leggero vantaggio su quella di Microsoft. Infine concludiamo con Series S che presenta un framerate che viaggia tra i 40 e i 60fps.

Passiamo poi alla Quality mode che gira ad una risoluzione di 2160p sia su PlayStation 5 che su Xbox Series X, mentre invece Series S si ferma a 1440p. Attivando questa modalità si ottiene un framerate che va dai 30 ai 45 fps, con Digital Foundry che avrebbe preferito un blocco a 30fps così da evitare fastidiosi sbalzi continui.

Infine la redazione inglese ha svelato una piccola curiosità: i possessori di una console PS5 possono decidere di avviare la versione PS4 e, grazie alla retrocompatibilità della nuova console, il gioco presenta i 60fps ma con un’immagine peggiore a causa di meno elementi a schermo ed una risoluzione inferiore.

Fonte: YouTube

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi