Game Experience
LIVE

EA ha bloccato la vendita dei suoi giochi in Russia e Bielorussia

In forma di protesta per quanto sta accadendo in Ucraina, Electronic Arts ha deciso di bloccare la vendite dei propri prodotti in territorio russo e bielorusso.

EA ha da poco annunciato in maniera ufficiale che bloccherà la vendita dei propri videogiochi e altri tipi di contenuti sia in Russia che in Bielorussia, sempre in segno di protesta nei confronti del governo russo e della decisione di Putin di invadere militarmente l’Ucraina.

Questo particolare annuncio arriva quindi dopo la decisione di Electronic Arts di rimuovere la squadra nazionale russa dai suoi titoli FIFA 22, FIFA Mobile, FIFA Online e anche NHL, proprio come abbiamo segnalato pochi giorni fa. Qui di seguito potete trovare le dichiarazioni ufficiali della compagnia videoludica tradotte in italiano.

EA dichiara l’interruzione della vendita dei propri giochi in territorio russo e bielorusso, ecco le dichiarazioni da parte della compagnia

Continuiamo a rimanere scioccati dal conflitto che si sta tenendo in Ucraina, e ci uniamo alle tante voci in giro per il mondo per richiamare la pace e la fine dell’invasione. Noi ci schieriamo con solidarietà insieme alla persone dell’Ucraina.

La nostra preoccupazione primaria è il mantenimento in sicurezza di quelli all’interno della regione, in particolari colleghi e partner, e stiamo cercando di capire come possiamo aiutarli nella maniera migliore andando oltre ai nostri programmi già in atto.

Abbiamo preso la decisione di fermare la vendita dei nostri giochi e contenuti, inclusi i pacchetti di valute virtuali, in Russia e Bielorussia fintanto che questo conflitto continuerà. Come risultato, i nostri giochi e contenuti non saranno più disponibili all’acquisto nei nostri store russi o su Origin o sull’app EA, inclusi gli store digitali in-game.

Stiamo anche lavorando con i nostri partner di piattaforma per rimuovere i nostri titoli dai loro store e fermare la vendita di nuovi contenuti in-game in quelle regioni.

Fintanto che questa situazione problematica andrà avanti, continueremo a valutare ulteriori azioni possibili. In aggiunta ai cambiamenti per i nostri EA ESPORTS FIFA e giochi NHL, valuteremo attivamente altre aree per i nostri giochi e operazioni, condividendo pubblicando qualsiasi nostra eventuale azione.

Electronic-Arts-EA

Ricordiamo che lo stesso governo ucraino ha di recente chiesto alle compagnie Microsoft/Xbox e Sony/PlayStation di interrompere la vendita dei loro prodotti in Russia.

Fonte: ea.com

Articoli correlati

Simone Balboni

Simone Balboni

Sono soltanto un videogiocatore pieno di passione, ho in casa solo 14 console e 3 PC, ma nessuno di questi fa girare Quake Champions. Nel frattempo mi diletto su server competitivi alla ricerca di una buona Tripla Uccisione.

Condividi