Un altro anno, un altro Nintendo Direct in occasione della kermesse americana che focalizza l’attenzione di tutto il mondo videoludico. Chi credeva che con la presidenza Kimishima prima e Furukawa dopo le cose sarebbero cambiate si sbagliava: lo “stile” inaugurato nell’era Iwata continua. Un E3 molto strano, con la concorrenza che ha confermato il periodo di transizione probabilmente in attesa del reveal di nuove console l’anno prossimo. Nintendo, dal canto suo, ha appena iniziato a seguire Switch: la console ha avuto un successo inaspettato e questo Nintendo Direct per l’E3 2018 ha mostrato un chiaro segnale di supporto all’ammiraglia della grande N.

Cos’è stato mostrato? In primis va menzionata una gradita sorpresa: Daemon X Machina, una nuova IP, è stata ufficialmente presentata all’inizio del video. Un titolo a tratti misterioso, un trailer arricchito da musica death metal che mostra un gameplay ricco d’azione ed uno stile grafico in cel-shading molto intrigante. Il gioco è attualmente in sviluppo e ci lavora il noto team Marvelous. Nuovi dettagli saranno probabilmente rivelati nel prossimo futuro. Daemon X Machina dovrebbe vedere la luce nel 2019.

Si prosegue con il DLC per Xenoblade Chronicles 2, intitolata Torna – The Golden Country. Un’aggiunta al titolo che ha ottenuto un buon livello di attenzione, un JRPG dalle dinamiche action e mondi aperti. Non sono ancora chiari i dettagli in merito, ma probabilmente ne sapremo di più in occasione dei prossimi Nintendo Direct. Il DLC verrà rilasciato nel mese di Settembre.

Dopo una piccola parentesi dedicata a Pokémon Let’s Go! viene rivelato il titolo multiplayer Super Mario Party: la console Nintendo Switch è particolarmente adatta al divertimento di gruppo, e questo gioco sfrutterà al meglio non solo le caratteristiche dei joy-con ma anche alcune connettività tra console per creare meccaniche di gameplay uniche. Super Mario Party sarà disponibile il 5 Ottobre 2018.

Fire Emblem Three Houses, presentato subito dopo, mostra un superbo stile grafico e rende lecito pensare che si tratti del capitolo con più alto budget visto finora. La fortunata serie ha ottenuto grande attenzione su Nintendo 3DS ed anche un discreto interesse per la controparte mobile. Il video mostrato (che mescola gameplay e cutscenes) mostra meccaniche di gioco leggermente diverse rispetto a quanto visto finora: più strategia diretta, più azione, forse qualche meccanica ereditata dalla serie Valkyria Chronicles? Staremo a vedere, ma il gioco sembra molto interessante. La data di uscita precisa non è ancora stata rivelata, ma si parla della primavera 2019.

Un veloce video mostra Fortnite, il celebre battle royale, già disponibile mentre leggete queste righe come download gratuito per Nintendo Switch. A seguire una rapida carrellata di titoli indie e tripla A in arrivo, multipiattaforma ben accetti e graditi che arricchiranno senza dubbio la libreria di giochi disponibili per Nintendo Switch.

Il sempreverde Masahiro Sakurai (ma quanti anni ha?) può voler dire una cosa sola: Super Smash Bros Ultimate viene mostrato inizialmente con un video trailer e successivamente esaminato nel dettaglio. Il gioco sarà disponibile il 7 Dicembre 2018 su Nintendo Switch ed offrirà ai giocatori il più ampio roster di personaggi mai visto prima d’ora in un titolo della serie. Circa 60 personaggi provenienti da tutti gli episodi saranno presenti, accompagnati da assist e con un numero enorme di stage: il gioco sembra davvero di dimensioni ciclopiche, soprattutto considerato l’enorme lavoro sia in termini tecnici sia in termini di gameplay necessario a bilanciare il tutto. In extremis viene mostrato anche Ridley, uno dei principali antagonisti della serie Metroid, introdotto come personaggio giocabile.

E poi? Purtroppo nulla. Il Nintendo Direct finisce qui e, sorprendentemente, la platea viene lasciata “in sospeso” e senza l’annuncio che probabilmente tutto il mondo aspettava: Metroid Prime 4. Era quasi scontato che Nintendo, vista l’enorme attesa ed attenzione sul titolo in questione, avrebbe mostrato qualcosa di succoso in merito ma purtroppo non è avvenuto. Niente F-Zero nemmeno questa volta, niente sul nuovo gioco della serie Pokémon che dovrebbe vedere la luce nel 2019. Una mezza delusione, devo ammetterlo: i tempi erano maturi, la gente aspettava un finale con il botto che (per ora) non c’è stato. Per chi volesse seguire gli approfondimenti sui giochi mostrati, nei prossimi giorni l’abituale Nintendo Treehouse terrà banco per sfornare gameplay e commenti a caldo sulle ultime novità.

Commenti