Game Experience
LIVE

Demon Slayer, i personaggi giocabili | Anteprima

Dopo il grande successo dell’anime realizzato da Ufotable, Demon Slayer è un prodotto che ha fatto letteralmente il giro del mondo, rompendo qualsiasi record sul fronte cartaceo che quello cinematografico (Il film Demon Slayer: Mugen Train Arch è il secondo film anime più visto della storia, rompendo qualsiasi record al botteghino). Dopo un tale apprezzamento, non poteva venire a meno un gioco dedicato, e come per la trasposizione anime, anche qui troviamo dei veri professionisti dei giochi anime, specializzati sul fronte del combattimento: Aniplex e CyberConnect2.

Gli stessi sviluppatori dietro alla mitica saga di Naruto Ninja Storm, questa volta hanno lasciato da parte il ninjitsu per passare agli onorevoli scontri con le katane in un titolo graficamente intrigante con dei combattimenti mozzafiato. Il gioco di Demon Slayer, chiamato in giapponese Kimetsu No Yaiba: Hinokami Keppuutan, sarà una trasposizione dei fatti avvenuti dell’anime attraverso una modalità storia che ricorda gli ultimi capitoli di Ninja Storm, ossia a “episodi”, ma non sappiamo di più. Quel che è concreto è che il gameplay sarà nello stile Battle Arena come i giochi di Naruto, dove i personaggi si scontreranno su uno spazio tridimensionale esibendo le loro migliori mosse di combattimento unite alle loro abilità speciali che funzioneranno attraverso una barra specifica. Vi sono molti gameplay che mostrano le potenzialità del gioco, come gli scontri cinematografici, o anche le criticità, ossia la possibilità di una crudele e frequente ripetitività (forse il motivo del mercato limitato, ma questo argomento ne discuteremo un’altra volta).

Per adesso i personaggi giocabili sono 11, anche se probabilmente ci sarà un grande ampliamento data l’assenza di alcuni personaggi secondari e dei nemici. Adesso vediamo quelli che conosciamo con i loro trailer di presentazione:

Tanjiro Kamado

Tanjiro è il protagonista di Demon Slayer che per un disastro avvenuto nella sua famiglia, sua sorella Nezuko si trasforma in un demone e lui inizierà un enorme viaggio arruolandosi nella squadra ammazza-demoni per trovare una cura per sua sorella. Tanjiro è stato addestrato nell’arte della spada e nello stile della Respirazione dell’acqua da Sakonji Urokodaki, il quale ricoprirà un ruolo fondamentale per i fratelli Kamado. Il moveset di gioco è pari a quello che abbiamo conosciuto tutti dall’anime, dirompente e raffinato.

Nezuko Kamado

Sorella di Tanjiro, Nezuko è stata trasformata in un demone dopo che la sua famiglia è stata attaccata da un demone. Mentre Tanjiro viaggerà per cercare una cura per il suo stato di demone, lei lo affiancherà e grazie alla sua bontà d’animo e a Urokodaki, Nezuko vivrà difendendo gli umani utilizzando le sue arti demoniache e la sua superforza.

Zenitsu Agatsuna

Zenitsu è un ragazzo timido e fifone addestrato nell’arte della spada e del Respiro del Fulmine grazie a suo nonno, ex Pilastro del Fulmine. Sin da quando appare nei primi minuti nell’anime, notiamo come esso sia spaventato dal combattere, anche se ha passato l’esame per entrare nel corpo degli ammazza-demoni. Fino a quando non raggiunge il suo punto di rottura, si vedrà come sia inadatto al combattimento, ma quando perde i sensi, il suo stile di combattimento migliora nettamente e nonostante utilizzi un solo kata (mossa), la sua tecnica è infallibile.

Inosuke Hashibira

Inosuke è un ragazzo estroverso che indossa un riconoscibile elmo a forma di cinghiale e combatte con due katane seghettate. Anche se appare verso metà serie, assieme a Tanjiro e Zenitsu comporranno il trio principale della serie, i protagonisti. Caratterizzato da uno stile combattimento rozzo e non affinato, Inosuke sfrutterà l’elasticità del suo corpo per attaccare, puntando a colpire l’avversario anche con la sua capoccia dura (anche se per quello vince Tanjiro).

Giyu Tomioka

Pilastro dell’Acqua della squadra ammazza-demoni, Giyu salverà Tanjiro dall’attacco in berserk di Nezuko, vedendo con i suoi occhi una cosa mai vista: un demone che risparmia un umano. Dopo aver visto questo miracolo, porterà i due dal suo maestro, Urokodaki, che poi addestrerà Tanjiro.
Pacato sia nel comportamento che nel combattimento, lo stile del Respiro dell’acqua di Giyu rappresenta l’apoteosi della perfezione di questo stile, con attacchi talmente rapidi da risultare invisibili e potenti come uno tsunami in piena.

Sakonji Urokodaki

Ex Pilastro dell’Acqua, Urokodaki ha servito per anni negli ammazza-demoni crescendo nel mentre moltissimi studenti, anche se la maggior parte di questi moriranno a causa della sua nemesi. Giyu e Tanjiro saranno gli unici suoi studenti a sopravvivere all’esame di ingresso nella Squadra, insegnandogli lo stile della respirazione dell’Acqua. Anche se nell’anime non lo abbiamo mai visto combattere, finalmente possiamo vedere tutta la sua potenza.

Sabito

Ex studente di Urokodaki e amico di Giyu, Sabito è deceduto durante un esame di ingresso per la squadra ammazza-demoni assieme alla compagna Makoto. Esso apparirà assieme all’amica a Tanjiro per insegnarli delle tecniche durante il suo addestramento, nella speranza che lui li possa vendicare dalla nemesi di Urokodaki. Arrogante e molto severo, Sabito sarà il punto di riferimento per Tanjiro perché per tutto l’allenamento sarà un avversario insormontabile per lui, fino a quando non padroneggerà lo stile dell’acqua.

Makomo

Come Sabito, anche Makomo era un ex studente di Urokodaki uccisa durante l’esame di ingresso nella squadra ammazza-demoni. Anche se la sua apparizione assieme a quella di Sabito sia breve in Demon Slayer, sono dei personaggi fondamentali per la crescita di Tanjiro durante la sua avventura. Al contrario del suo compagno, Makomo si presenta calma e disponibile, pronta ad aiutare il protagonista a ogni sua difficoltà durante l’allenamento.

Shinobu Kocho

Pilastro dell’Insetto, Shinobu rappresenta un punto fermo per la squadra ammazza-demoni in quanto eccellente studiosa di antidoti e sieri. Nonostante sia poco affine al combattimento, il suo stile dell’Insetto gli permette di essere rapida e dolorosa, grazie anche all’ausilio di veleno applicata alla punta della sua speciale Katana. Dal passato tormentato, Shinobu si dedica anima e corpo alla salvezza degli esseri umani e all’aiuto dei suoi compagni, di fatti sarà merito suo e della sua equipe che il trio si riprenderà dopo il più grande dei loro scontri.

Kyojuro Rengoku

Pilastro della fiamma, Kyojuro rappresenta uno dei personaggi più amati della serie, nonostante il suo basso screentime. Un uomo di cuore e forte, agisce sempre in nome della squadra ammazza-demoni con lo scopo di salvare chiunque credendo intensamente al concetto che “è compito di chi nasce forte salvare i più deboli“. Kyojuro utilizza lo stile del Respiro della fiamma caratterizzato da 9 kata forti e dirompenti, mostrandosi sia nell’anime che nel gioco in una maniera più che spettacolare.

Tanjiro Kamado (Hinokami) – Danza del Dio del Fuoco

Versione alternativa rispetto a quella dello stile dell’acqua, Tanjiro nello stile della Danza del Dio del Fuoco appare durante l’episodio 19 di Demon Slayer ed è uno stile ispirato alla danza che suo padre ballava sin da quando ne era a conoscenza. Durante un grave momento di difficoltà contro la quinta luna crescente, Tanjiro risveglia in se il ricordo del padre e di questa danza che trasforma il suo stile diventando una forza tanto potente da sconfiggere il demone Ryu.
Nell’anime nessuno conosce questo stile, nemmeno il Pilastro della Fiamma, e nemmeno i suoi Kata, ma ciò che è certo è che la Danza del Dio del Fuoco è lo stile più forte nell’anime.

Quello che sappiamo del gioco di Demon Slayer

Non sappiamo molto del gioco se non che ci sarà una parte narrativa ancora da definire e una modalità battaglia tag team, come i Ninja storm. Non c’è alcun accenno alla modalità multiplayer ne a una possibilità che venga rilasciato anche in occidente. Si sa veramente poco insomma.
Da quel che abbiamo visto possiamo dedurre che la storia si potrebbe interrompere all’arco narrativo del treno infinto (questo grazie a qualche indizio lasciato dai personaggi giocabili) e che i personaggi in totale potrebbero essere una ventina considerando i nemici, il che non sarebbe male come roaster iniziale.

Ci preoccupa invece l’offerta del gioco: se è un gioco come Naruto Shippuden Ninja Storm 4, la storia si potrebbe concludere in 4/5 ore con il rank massimo, pagando 70 euro un titolo che potenzialmente dura quasi nulla. Questo genere di giochi funzionano moltissimo in Giappone dato che gli anime e i suoi brand sono super richiesti e amati, portando le persone a chiudersi in un gioco per mille ore dove la rigiocabilità sembri nulla. Non ci resta che aspettare novità a riguardo, sperando che CyberConnect2 non sia solo migliorata qualitativamente parlando sul gameplay e sul comparto tecnico (da quel che abbiamo visto, questo gioco di Demon Slayer ha un potenziale enorme), ma anche sul fronte narrativo, il loro tallone d’Achille.

Demon Slayer: Kimetsu No Yaiba – Hinokami Keppuutan uscirà per Playstation 4 e 5, Xbox One e Xbox Series S/X e PC nel 2021 in esclusiva per il Giappone. Se volete rimanere aggiornati su tutte le notizie del mondo del gameing e sul futuro del gioco di Demon Slayer, continuate a seguirci sia sul nostro sito che sui nostri social Facebook e Instagram.

Articoli correlati

Kevin Ferrari

Kevin Ferrari

"Se le uova sono essenziali per la carbonara, i videogiochi sono fondamentali per la mia vita. Perciò se vi avanza un posto a tavola invitatemi pure che ne sarò contento."

Condividi