PLAYSTATION

Capcom: vittima di un attacco informatico. La versione VR di Resident Evil 7 è costata 5 milioni a Sony

Capcom ha dovuto fare i conti con un attacco informatico che ha sottratto diverse informazioni come, ad esempio, il prezzo pagato da Sony per la verisione VR di Resident Evil 7: 5 milioni di dollari.

Come detto, nei giorni scorsi Capcom ha subito un enorme attacco informatico. Ad ammetterlo è stata la stessa compagnia chiedendo ai propri dipendenti di provare a gestire la situazione nella maniera più naturale possibile. Sono molte le informazioni che possiamo reputare interessanti tra quelle emerse. Si parla dell’arrivo di Monster Hunter Rise e Monster Hunter Stories 2 su PC oltre la confermata versione per Nintendo Switch, ma anche quanti soldi ha sborsato Sony per la versione di Resident Evil 7 dedicata alla realtà virtuale: 5 milioni di dollari.

Inoltre parebbe che anche Google abbia avviato una trattativa con Capcom per portare Resident Evil 7 e il prossimo Resident Evil su Stadia, trattativa che si aggirerebbe intorno i 10 milioni di dollari. Nonostatnte l’attacco sia stato confermato dalla compagnia giapponese non è detto che possano essere veritiere. Da una parte alcune notizie potrebbero essere state messe lì per indurre all’errore, dall’altra molte cose sembrano siano datate 2018 e quindi negli anni successivi potrebbero essere cambiate molte cose.

Rimanendo nel mondo Resident Evil, sembra che il quarto capitolo sia in sviluppo per Oculus VR. Infine è in sviluppo una versione multigiocatore di Resident Evil chiamata Project Highway/ Village Online e dovrebbe trattarsi di un battle royale a tema RE.

Passando ad un’altra serie storica di Capcom, ci sarebbe in lavorazione una collection di Ace Attorney per PlayStation 4 e Nintendo Switch. La oonsole ibrida dovrebbe ospitare anche il misterioso progetto GUILLOTINE a febbraio, mentre sulle altre piattaforme dovrebbe arrivare a maggio. Altro progetto misterioso è Reiwa programmato per maggio ma senza nessun indizio sulle console che l’ospiterà.

Tornando a Monster Hunter, possiamo scopire che Rise era destinato al rilascio nel mese di ottobre di quest’anno ma causa coronavirus è stato posticipato. Monster Hunter Stories 2, dal canto suo arriverà a giugno su Nintendo Switch e PC con una modalità cooperativa online e PvP. Inoltre conterrà dei DLC a pagamento oltre a contenuti post-lancio completamente gratuiti e il supporto per gli amiibo.

Le ultime informazioni rubate a Capcom riguardano uno sparattutto multigiocatore chiamato SHIELD e pensato per piacere a gli streamer e a DMC 2 e Umbrella Chronicles dove il codice sorgente sia stato completamente trafugato.

Capcom

Continuate a seguirci per rimanere informati su tutte le notizie riguardanti le console e i vostri giochi preferiti, Game-experience.it è qui per voi!