Game Experience
LIVE

Call of Duty, l’esclusività non ha senso per Microsoft, per il un ex capo PlayStation

Ecco le parole di Jack Tretton

L’ex capo di PlayStation U.S. Jack Tretton non pensa che l’esclusività di Call of Duty abbia un senso finanziario per Microsoft. In una lunga intervista con IGN, era dell’opinione che Microsoft avrebbe perso se avesse reso i giochi di Activision Blizzard esclusivi per il suo ecosistema e non crede che questa sia la strada che l’azienda prenderà. Tretton è attualmente a capo di un’azienda di acquisizione speciale chiamata PowerUp, ed è lui stesso alla ricerca di un’acquisizione di una grande azienda di giochi.

Perchè l’esclusività di Call of Duty non ha senso

“Non credo che vedrete i titoli diventare esclusivi della piattaforma… Non credo che avrebbe senso dal punto di vista finanziario per loro prendere un Call of Duty e renderlo esclusivo per le piattaforme Xbox”, ha detto Tretton. “E certamente non si sono comportati in questo modo in passato e penso che sia vero per tutte le altre fusioni e acquisizioni che si vedono e penso che si continuerà a vedere lo sviluppo multipiattaforma”.

Tretton è un sostenitore di fusioni e acquisizioni, quindi la sua opinione potrebbe essere un po’ di parte. Tuttavia, è del parere che la concorrenza per le aziende di giochi non viene da altre aziende perché l’industria è in realtà in competizione per il tempo. Crede anche che il mondo videoludico sia una minaccia per altre forme di intrattenimento. “Ci sono ancora solo 24 ore in un giorno. Devi dormire”, ha aggiunto Tretton. “Se si passa più tempo a giocare, si passa meno tempo a guardare la TV”.

In altre notizie, il noto giornalista nonché insider del mondo dei videogiochi Jason Schreier ha rivelato attraverso un nuovo report che Activision Blizzard rilascerà almeno i prossimi tre giochi del suo franchise di successo Call of Duty sulle console PlayStation di Sony Interactive Entertainment, oltre ovviamente che sulle console Xbox e su PC.

Call of Duty: Warzone

La nostra Recensione di Call of Duty: Warzone

Se siete interessati, a questo link potete trovare la nostra recensione del multiplayer di Call of Duty: Warzone.

“Il multiplayer di Call of Duty: Vanguard è un concentrato di quanto più buono s’è visto negli ultimi anni. Pur non essendo totalmente innovativo, Vanguard riesce nell’intento di soddisfare sia vecchi che nuovi giocatori, proponendo mappe divertenti e stimolanti e parecchie modalità su cui spendere ore ed ore di gameplay. Forte delle stesse peculiarità tecniche viste anche nella campagna single player, Vanguard si pone sicuramente al di sopra dei suoi predecessori più recenti, anche se la community inizia a reclamare la mancanza di novità sostanziose. Il sistema anti-cheat Ricochet infine è ancora un incognita.”

Fonte: IGN

Articoli correlati

Oskar Heise

Oskar Heise

Amante di esperienze Singleplayer, indipendentemente dal genere di appartenenza. Quando sono stanco, faccio riposare l'anima sedendomi affianco a falò provenienti dal Giappone o cerco di non classificarmi ultimo in una partita online. Allergico a qualsiasi forma di console war.

Condividi