NOTIZIE

Call of Duty 2021 e problemi di sviluppo; Activision ha in mente un recupero post-lancio?

Il gioco pare stia avendo uno sviluppo decisamente complicato.

Negli ultimi giorni Call of Duty WWII: Vanguard (questo dovrebbe essere il nome ufficiale del capitolo 2021), nuovo probabile capitolo di COD che dovrebbe approdare sul mercato entro la fine dell’anno in corso, è sempre più al centro di insistenti voci che lo vogliono al centro di uno sviluppo piuttosto problematico, con Activision che pare addirittura star pensando di rinviare il gioco al prossimo anno, cosa questa praticamente mai avvenuta per un gioco principale della celebre serie di sparattuto.

Proprio in tal senso torna a commentare la faccenda Tom Henderson, ormai celebre ed affidabile insider che più volte ha anticipato nei mesi scorsi informazioni rivelatesi corrette, affermando attraverso un nuovo Tweet come questo nuovo capitolo di Call of Duty 2021 abbia davvero dei seri problemi di sviluppo, cosa che starebbe preoccupando non poco il publisher americano.

call-of-duty-wwii-vanguard

Pare infatti che in quel di Activision si aspettino addirittura che Call of Duty WWII: Vanguard sia protagonista di un lancio a dir poco deludente, con l’azienda che proprio in tal senso avrebbe già messo in atto un piano di recupero post-lancio attraverso il rilascio costante e gratuito di tanti contenuti pronti a migliorare lo stato di salute del nuovo capitolo della serie nei mesi successivi al rilascio.

Ovviamente, come vi ripetiamo sempre in questi casi, prendete queste ennesime dichiarazioni del buon Tom Henderson come semplici indiscrezioni non confermate ufficialmente da Activision, con lo stesso insider che suggerisce di attendere informazioni ufficiali in merito da parte del publisher per avere un quadro più chiaro della situazione. C’è però da segnalare come le voci che vogliono uno sviluppo del nuovo Call of Duty 2021 piuttosto complicato siano sempre di più, cosa questa che inizia a destare qualche preoccupazione circa lo stato attuale in cui versa il gioco.

Qui sotto trovate il tweet ed il messaggio condiviso dal celebre insider in queste ore:

Activision ha dichiarato che quest’anno verrà rilasciato un nuovo titolo di Call of Duty ritenuto premium e da quanto mi è stato detto, sanno già che non avrebbe funzionato così bene (la “road map di recupero” è già in atto). Personalmente prenderei il DMCA con le pinze fino a quando non usciranno ulteriori informazioni.