Game Experience
LIVE

Bloodborne Remaster: Il falso annuncio scatena il caos

Il finto insider ha scatenato un putiferio

C’è chi lo definisce simpatico, chi userebbe parole poche amichevoli, io mi limito a parlare di troll, e in senso spregiativo, quando penso alla recente falsa news su Bloodborne Remaster, messa in circolo da un furbone che ha deciso di scatenare il caos sui social fingendosi l’insider Nibel e sganciando il (falso) annuncio bomba.

Bloodborne Remaster è una battuta che fa ridere solo chi non ci teneva davvero:

Il falso profilo di Nibel era identico all’originale in ogni dettaglio, a eccezione di una lettera “i” scritta in maiuscolo, che molti purtroppo distratti dalla magnitudo della notizia non hanno affatto notato. Cosi il furbetto ha potuto giocare con le emozioni e le speranze di molti utenti, tradendole infine tutte quando la verità è venuta a galla.

Il falso annuncio recitava: “Bloodborne Remastered uscirà in agosto su PlayStation 5 e nel secondo quadrimestre del 2023 anche su PC. Includerà un ampia gamma di migliorie e ottimizzazioni, compresa la modalità a 60 fps, il preset con risoluzione nativa 4K e i riflessi gestiti dal ray tracing in tempo reale. Lo sviluppo del titolo è nelle mani di Nixxes Software con la supervisione di Bluepoint Games”.

Una bugia, bisogna ammetterlo, costruita in modo molto credibile. I dettagli inclusi sono estremamente plausibili, quasi i tipici must di ogni remaster lanciata nel recente passato, quindi non sorprende che in tanti ci siano cascati. Questo fatto può essere da lezione per una cosa che noi, e i nostri colleghi, ripetiamo sempre e da sempre: quando una notizia non è ufficiale, per quanto suoni attendibile, non consideratela una verità finché non avrete solidi indizi o ufficiali dichiarazioni che confermino o smentiscano le fonti.

In molti hanno reagito a questa faccenda, e non solo all’interno della comunità di giocatori ma anche tra i personaggi celebri dell’industria, come Daniel ZhugeEX Amhad e Nibel (quello vero, ndr), che ha condiviso un tweet ironico sull’accaduto dove dichiara che “no, non ho nessuna notizia su Bloodborne da condividere oggi”.

E voi, che dite di questa faccenda? L’avete seguita? Ci siete cascati dentro con tutte le scarpe oppure la cosa vi puzzava di sospetto? L’avevate notata quella “i” maiuscola fuori posto, o è rimasta per voi completamente invisibile finché non vi è stata fatta notare? Siate sinceri e diteci come siete cascati su questa faccenda, fatelo nell’apposito spazio sottostante dedicato ai commenti e discutiamone assieme! Se volete leggere il nostro articolo a riguardo, di quando l’indiscrezione era ancora fresca e da inquadrare come attendibile o falsa, potete farlo al seguente link.

bloodborne

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi